Assicurazione di viaggio per l’America: cos’è e come scegliere quella giusta

Assicurazione viaggio per gli Usa

TuttoAmerica è un sito gratuito e costantemente aggiornato grazie al lavoro della nostra redazione.

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi:

  • acquistare attraverso il nostro sito. Ad es. se cerchi informazioni su dove dormire in una delle località USA, poi prenota su Booking tramite i link che trovi nell’articolo: a te non costa niente di più, per noi è tutto;
  • acquistare i pass attraverso il nostro portale
  • cliccare sui banner Google presenti nel sito web

Quando si progetta una vacanza, è molto importante poter partire sereni e senza preoccupazioni. Per questa ragione, è indispensabile stipulare una buona assicurazione di viaggio che possa tutelare la persona da incidenti e inconvenienti di salute che possono capitare quando si viaggia all’estero.

Ciascun Paese del mondo dispone di un proprio sistema sanitario e in alcuni casi come gli Stati Uniti, ogni prestazione, anche la più semplice, è a pagamento.

Partire senza copertura significa rischiare di dover sborsare parecchi soldi nell’eventualità di aver bisogno di assistenza medica. Con l’assicurazione di viaggio, invece, sarete protetti da qualsiasi imprevisto, inclusi quelli legati agli spostamenti e alla pandemia di Covid-19.

Ci sono differenti tipi di polizze da poter acquistare, ognuna con coperture diverse, come la protezione bagaglio e l’annullamento. Ecco quindi come funzionano le assicurazioni di viaggio, cosa offrono e quanto costano.

Cos’è un’assicurazione di viaggio

L’assicurazione di viaggio non è altro che una polizza che protegge il titolare dal verificarsi di eventi imprevedibili per la salute o il patrimonio. Si possono stipulare svariati generi di polizze in quanto esistono molteplici situazioni che possono accadere prima, durante o dopo il viaggio.

Le assicurazioni di viaggio sono estremamente personalizzabili e su misura per ogni viaggiatore e solitamente coprono i rischi più comuni come annullamento del viaggio, smarrimento dei bagagli, infortuni e molto altro.

Le opzioni a disposizione vanno analizzate con cura, specialmente se si sta partendo per un Paese nel quale le cure mediche sono a pagamento. Alcune polizze comprendono anche la responsabilità civile nel caso di danni accidentali a terzi e l’assistenza legale.

Dunque, prima di acquistare una polizza di viaggio è fondamentale valutare attentamente il prodotto, tenendo conto di fattori come destinazione, mezzo su cui si viaggia e tipologia di viaggio.

Perché sottoscriverne una

Il sistema sanitario nordamericano è principalmente gestito da società private e per questo i pazienti sono tenuti a pagare tutto.

I costi per le cure mediche possono essere molto onerosi, fino a centinaia di migliaia di dollari. Ad ogni modo, questo tema non riguarda solo Canada e Stati Uniti, ma anche molti Paesi dell’Africa del Sudamerica e dell’Asia.

Ci sono poi alcuni Stati come Russia, Cuba e Algeria nei quali l’assicurazione medica è obbligatoria per i turisti in ingresso.

Potrebbe capitare di dover ricevere assistenza sanitaria e di non poter essere curati senza una copertura o senza spendere parecchio denaro, persino per le cose più banali. Sottoscrivere un’assicurazione di viaggio è quindi auspicabile per viaggiare in tutta serenità e senza nessun timore.

Come individuare l’assicurazione di viaggio più idonea

La polizza di viaggio deve essere selezionata secondo il Paese di destinazione. Le coperture assicurative sono valide sia per i viaggi in Italia, che in Europa e nel resto del mondo.

Per i viaggi in Italia viene generalmente offerta un’assistenza 24/7 con rimborso completo delle spese mediche e con l’opportunità di aggiungere ulteriori garanzie per proteggere la propria abitazione, gli animali domestici e i familiari rimasti a casa.

Nel caso dei viaggi verso mete europee è preferibile optare per una polizza con assistenza 24/7, rimborso spese mediche, copertura del bagaglio, infortuni, rimborso spese di salvataggio, assistenza stradale e tutela in caso di Covid-19.

Se il vostro viaggio vi porta verso una nazione extraeuropea, oltre all’assistenza 24/7 e alle solite opzioni, è bene inserire la garanzia per assistenza domiciliare, la copertura per infortuni di viaggio e la responsabilità civile.

Inoltre, è utile dire che l’assicurazione di viaggio può essere singola oppure annuale. La polizza singola copre esclusivamente un unico viaggio ed è ideale per coloro che si concedono una sola vacanza all’anno o che viaggiano saltuariamente.

La polizza annuale è più economica ed è pensata per le persone che prevedono di effettuare più viaggi nel corso dell’anno che abbiano però una durata massima di 30 giorni. Questa è la formula perfetta per chi viaggia spesso per lavoro o per piacere.

In conclusione, la differenza principale tra la polizza annuale e quella singola sta nel fatto che la polizza annuale consente di fare un numero illimitato di viaggi nei 12 messi seguenti alla stipula del contratto.

Coperture e clausole

Come detto, le assicurazioni di viaggio sono flessibili e personalizzabili secondo le necessità specifiche del viaggiatore.

Oltre alle opzioni già citate come assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e responsabilità civile, ci sono altre coperture che andrebbero sempre inserite nel contratto.

La polizza che non dovrebbe mai mancare è quella per l’annullamento del viaggio. I motivi più comuni che consentono di poter disdire la vacanza sono malattia, decesso, infortunio, cassa integrazione, licenziamento, furto di documenti e danni materiali all’abitazione.

Di solito l’opzione annullamento si sottoscrive al momento della prenotazione o entro 8 giorni da questa data. Il rimborso può non avvenire per chi soffre di malattie croniche o per chi viaggia nei Paesi colpiti da sanzioni internazionali o che sono inclusi nell’elenco di Stati sconsigliati dalla Farnesina.

Altra copertura essenziale per un’eccellente assicurazione di viaggio è lo smarrimento, danneggiamento o furto dei bagagli. In questo caso vengono assicurati anche il denaro e gli effetti personali al loro interno.

Solitamente la polizza agisce anche nei casi di ritardo della consegna del bagaglio, rimborsando un importo corrispondente alle spese sostenute dall’assicurato per sostituire i beni di prima necessità mancanti.

Il risarcimento ci sarà comunque in caso di furto o danneggiamento, secondo il valore di quanto sottratto o rovinato.

Infine, è consigliabile accertarsi che la polizza comprenda il rientro sanitario, gli interventi chirurgici, le spese ospedaliere, l’invio di medicinali all’estero e il viaggio di un familiare per prestare assistenza.

Ancor prima di sottoscrivere l’assicurazione di viaggio è preferibile esaminare con cura il contratto e le sue condizioni per evitare brutte sorprese una volta in viaggio.

Molte di queste clausole riguardano l’assistenza sanitaria, soprattutto per le persone con più di 75 anni, quelle affette da malattie croniche e che praticano attività sportive rischiose.

Per quanto riguarda la protezione del bagaglio, è necessario verificare le clausole sul concorso di colpa del viaggiatore. Infatti, oggetti di valore come telecamere, gioielli e macchine fotografiche sono assicurati soltanto se portati addosso o in mano.

Come gestire il rischio Covid-19

Considerando l’attuale situazione sanitaria a proposito della pandemia causata dal Covid-19, è fondamentale scegliere una polizza di viaggio che copra l’eventualità di ammalarsi all’estero o essere bloccati in quarantena.

Oggi quasi tutte le assicurazioni includono il Covid-19 tra le opzioni di copertura. In ogni caso è sempre bene verificare che nelle esclusioni non siano presenti riferimenti al Covid-19 o alle pandemie in generale.

È importante controllare che cosa è previsto per le situazioni di quarantena riguardanti l’annullamento e l’assistenza sanitaria.

Se non potete partire per la vacanza o rientrare il giorno previsto perché in isolamento, non è detto che la compagnia assicurativa possa operare il rimborso. Invece se siete positivi prima della partenza, la polizza di annullamento dovrebbe coprire le penali di cancellazione.

Se però contraete il virus in viaggio e non potete tornare nella data prestabilita, molte delle polizze di viaggio danno copertura per i costi extra di soggiorno e per acquistare nuovi biglietti.

Quanto costa un’assicurazione di viaggio

Le polizze di viaggio hanno dei costi differenti a seconda della destinazione specifica. Questo perché ci sono costi diversi tra un ricovero negli Stati Uniti, dove le prestazioni mediche hanno prezzi elevati senza assicurazione, rispetto ad un qualsiasi Paese europeo.

Il costo di ogni polizza è determinato essenzialmente dal grado di protezione scelto. Più saranno aggiunte opzioni e polizze di copertura, maggiore sarà ovviamente la spesa finale.

Ricordiamo che questo tipo di prodotto assicurativo è proposto dai principali enti assicuratori italiani e può essere acquistato presso le stesse compagnie assicurative, le agenzie di viaggio oppure più semplicemente online.

Dare un costo orientativo è complicato poiché le tariffe variano tra polizza singola ed annuale. Mediamente però i prezzi per una buona assicurazione di viaggio possono variare dai 15 ai 150 euro.

Andando nel dettaglio, per i viaggi in Europa il prezzo si aggira sui 15 euro, mentre con 25-30 euro si può acquistare una polizza per i Paesi extraeuropei. Infine, per una copertura totale l’assicurazione vi costerà sui 130-150 euro.