Questa pagina non serve a terrorizzarvi, bensì a rendervi consapevole dei rischi a cui si va incontro se si parte negli Stati Uniti senza assicurazione medica. La sanità è, ancora oggi, uno dei temi più discussi e controversi nel Paese in quanto questo settore si fonda essenzialmente su enti privati che spesso contribuiscono a ridurre in miseria intere famiglie americane.

Del funzionamento del sistema sanitario americano parlo in modo più approfondito, in questo articolo dedicato esclusivamente all’argomento.

In questa pagina invece vi voglio parlare dei costi medi a cui andate incontro, nel caso doveste pagare di tasca vostra, se sprovvisti di adeguata assicurazione sanitaria di viaggio.

Costo per il trattamento di alcune delle più comuni patologie

A proposito della sanità americana, è importante specificare che si tratta di un sistema a copertura non universale, cioè non vi è l’obbligo legale di assicurare a tutta la popolazione le cure mediche minime per sopravvivere.

A dominare il settore ci sono le grandi compagnie private mentre la sanità pubblica è sempre più trascurata. Ci sono strutture ospedaliere private e pubbliche e ognuna si differenzia per qualità delle prestazioni e soprattutto costo dei singoli trattamenti.

In media gli ospedali pubblici sono più sovraffollati poiché accolgono le persone che non possono permettersi di sostenere le spese di un’assicurazione sanitaria. Al contrario, gli ospedali privati sono delle vere e proprie aziende, molto più efficienti nell’erogazione dei servizi. D’altra parte però i costi sono più elevati e non accessibili per chi non è in possesso di una polizza assicurativa.

Quanto spende un americano per curare le patologie più diffuse

Vediamo quanto spende mediamente un cittadino americano per curare alcune delle patologie più diffuse:

  • Appendicectomia: $17.000
  • Anestesia: si va dai $500 per un’anestesia locale ai $5000 per un’anestesia generale (dipende dal tipo di operazione e sopratutto dalla sua durata);
  • Visita al pronto soccorso: dai $150 ai $3.000 in base alle condizioni del paziente e ai test necessari;
  • Ambulanza: tra i $400 e i $1200 (dipende dal luogo, in Stati quali New York e la California si avvicinano al prezzo più alto);
  • Braccio rotto: senza operazione si parte dai $2.500;
  • Visita dal dentista: $250;
  • Radiografia dal dentista: $250;
  • Otturazione: $200;
  • Polso slogato che solitamente include anche la radiografia e l’onorario per il medico, costa in media $500;
  • Polso fratturato $2500;
  • Radiografia: da $190 a $1000;
  • Intervento chirurgico per polso fratturato: $8.000;
  • Caviglia slogata: da $500 ai $2500
  • Tonsillectomia: $5.500;
  • Colecistectomia: $11.000;
  • Intervento chirurgico da trauma: il costo può variare dai $110.000 a $200.000 a seconda della gravità delle ferite.

Grazie alla riforma denominata Obamacare, nel 2010 l’amministrazione Obama aveva fatto degli ingenti stanziamenti in denaro, per spingere gli ospedali ad essere più trasparenti possibili nel loro tariffario.

Una polizza viaggio costa dai €35. Guarda il confronto

In ogni caso, è bene dire che sono costi meramente indicativi poiché ogni ospedale dispone di tariffe specifiche che possono variare da uno Stato federale all’altro. È infatti molto comune che il trattamento della stessa patologia, può costare $1.900 in un ospedale e $190.000 in un altro. Sono queste le cifre astronomiche che vi trovereste a pagare durante una vacanza negli Stati Uniti e proprio per evitare un salasso economico diventa indispensabile l’acquisto di un’assicurazione di viaggio.

Leggi ad esempio l’articolo di cbs in inglese, per renderti conto tu stesso delle differenze di prezzo in base allo Stato americano ma anche all’ospedale.

Quanto pagano gli americani di assicurazione sanitaria

Il costo medio del premio di un’assicurazione (dati riferiti al 2017) per la copertura di un individuo è di circa $393 al mese, per una polizza di livello medio mentre il costo medio di una polizza familiare, per una famiglia che non riceve sussidi è di $1021 al mese.

I costi naturalmente dipendono anche dall’età e i cittadini americani possono scegliere tra 4 diverse tipologie di polizza che garantiscono differente copertura.

Il livello base è quello bronzo e per un ragazzo di circa 20 anni consiste in $201 al mese. Invece in questa stessa fascia un over 64 dovrà sborsare intorno ai $603 mensili, con un rimborso del 60% delle spese.

La categoria argento può variare tra $247 e $741 al mese, con una spesa rimborsabile del 70% mentre il livello oro avrà un costo compreso tra $291 e $873 e una copertura dell’80%. Infine, la polizza platino oscilla tra i $363 ed i $1.089 mensili, con un rimborso che corrisponde al 90% della spesa sanitaria.

Chi lavora per una grossa azienda solitamente ha come benefit anche l’assicurazione sanitaria per sé e la famiglia.

Come comportarsi se ci si fa male negli USA durante il viaggio

Nel corso della vacanza americana può capire di avvertire un malore o di incorrere in spiacevoli incidenti. Dunque, la regola base per tutti i viaggiatori è munirsi di una buona assicurazione sanitaria che possa coprire per intero le eventuali spese di carattere medico.

Una polizza di questo genere è praticamente obbligatoria, soprattutto se ci si sposta verso Paesi extra-europei come gli Stati Uniti. Infatti, la nostra tessera sanitaria nazionale non ha alcun valore  al di fuori dell’Unione Europea.

Se non si sottoscrivere un’assicurazione prima della partenza, c’è il rischio di dover poi pagare migliaia di dollari per delle semplici cure di base.

Ormai è chiaro che la sanità americana ha costi proibitivi al di fuori delle assicurazioni private e nell’eventualità di un incidente l’ospedale vi addebiterà per intero la visita medica, le indagini diagnostiche, le prescrizioni farmacologiche e persino i semplici punti di sutura.

In altre parole, il pronto soccorso non è gratuito negli ospedali privati e senza copertura assicurativa sarete dirottati sicuramente verso una struttura pubblica e a quel punto l’attesa può essere molto lunga.

Quindi armatevi sempre di polizza sanitaria da viaggio e in caso di emergenza chiamate il 911. Tenete però a mente che anche l’ambulanza è a pagamento e il trasporto in ospedale verrà addebitato alla vostra compagnia assicurativa.

Se non avete alcuna assicurazione, la fattura vi sarà inviata in Italia. Fate attenzione a non pagare vecchie fatture mediche americane perché la morosità potrebbe causare problemi al prossimo ingresso negli Stati Uniti. 

La sanità americana ai tempi del Covid-19

Purtroppo la pandemia di Covid-19 ha messo a dura prova i sistemi sanitari di tutto il mondo e anche gli Stati Uniti si trovano ad affrontare un’emergenza senza precedenti nella storia. Nei primi mesi di diffusione della malattia gli americani sono stati tra i più lenti ad adeguare il proprio sistema sanitario nazionale alla richiesta di tamponi e test sierologici.

Fino ad aprile si eseguivano ancora pochi test e il problema principale era rappresentato dai costi proibitivi che le persone dovevano sostenere per effettuare un semplice tampone che costava fino a $3.000. Le compagnie assicurative non coprivano questo genere di spese e la gente era molto restia nel sottoporsi allo screening negli ospedali.

A maggio ha fatto scalpore la clamorosa vicenda di Michael Flor, settantenne di Seattle che ha ricevuto una fattura di oltre 1 milione di dollari dopo aver trascorso 2 mesi in ospedale per colpa del Covid-19.

Il povero malcapitato si è visto recapitare una parcella esorbitante di 181 pagine, nella quale gli erano stati addebitati i costi per la rianimazione, la ventilazione polmonare, i farmaci e la riabilitazione.

Il signor Flor era assicurato ma la polizza avrebbe coperto soltanto una parte della spesa totale. Fortunatamente il Congresso ha trovato un accordo economico con le compagnie assicurative e non dovrà pagare nulla.

Nel corso dei mesi la situazione è cambiata e in gran parte degli Stati americani si è cercato di aiutare chi non aveva accesso alle coperture assicurative. Oggi i tamponi vengono eseguiti gratuitamente per tutti, grazie al Families First Coronavirus Response Act.

Inoltre le persone con polizza assicurativa avranno copertura per la degenza ospedaliera e le cure necessarie a combattere l’infezione da Covid-19. 

Una risposta a “Costi sanità negli USA”

lascia un commento

X