Graceland: il regno incantato del mitico Elvis Presley

Graceland-mansion

TuttoAmerica è un sito gratuito e costantemente aggiornato grazie al lavoro della nostra redazione.

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi:

  • acquistare attraverso il nostro sito. Ad es. se cerchi informazioni su dove dormire in una delle località USA, poi prenota su Booking tramite i link che trovi nell’articolo: a te non costa niente di più, per noi è tutto;
  • acquistare i pass attraverso il nostro portale
  • cliccare sui banner Google presenti nel sito web

Elvis Presley è una delle icone più importanti della musica a livello internazionale. Re indiscusso del rock & roll, sono ancora molti i fan che ne celebrano il ricordo in tutto il mondo.

Non a caso uno dei luoghi più famosi d’America è la splendida Graceland, la residenza privata di Elvis a Memphis, in Tennessee. Da oltre 40 anni la proprietà è aperta al pubblico ed è possibile ammirare i giardini, la tomba di Elvis e gli ambienti interni dove il cantante ha trascorso gran parte della sua vita.

Attualmente Graceland è il secondo edificio più visitato dopo la Casa Bianca a Washington ed ogni anno attira tantissimi turisti che accorrono per rendere omaggio ad un’artista dalla fama intramontabile.

Andiamo allora a scoprire tutto quel che c’è da sapere su Graceland, cosa vedere e come organizzare il vostro tour.

Storia e curiosità su Graceland

Graceland-Living-Room

Che siate appassionati o meno di rock & roll, Graceland è una tappa imperdibile per chiunque si trovi a Memphis.

Nonostante siano passati molti anni dalla scomparsa di Elvis Presley, in ogni angolo della città c’è un riferimento ad un personaggio eccezionale che ha segnato la storia della musica mondiale.

Graceland è stata la casa di Elvis per buona parte della sua breve esistenza ed in origine l’edificio era una fattoria appartenente ad un magnate dell’editoria di Memphis, S.C. Toof.

La residenza fu ribattezzata Graceland proprio in onore della figlia di Toof, Grace, la quale aveva ereditato la proprietà alla morte del padre. Nel 1939 una delle nipoti di Toof decise con il marito di ampliare l’edificio, inserendo degli elementi tradizionali dello stile coloniale.

Elvis Presley comprò la dimora nel 1957 per poco più di 100.000 dollari ed è stato il suo primo investimento immobiliare in seguito ai primi successi discografici di quegli anni. In precedenza, abitava in Audubon Drive, ma la pressione dei media e l’invadenza dei fan minacciavano la sua sicurezza e privacy.

Il cantante si trasferì a Graceland con i genitori, Vernon e Gladys. La madre morì nel 1958, mentre il padre si risposò nel 1960 e rimase qui a vivere fino alla sua morte.

La futura moglie di Elvis, Priscilla Beaulieu, ha vissuto con l’artista a Graceland per 5 anni prima del matrimonio.

Dopo essersi sposati a Las Vegas nel 1967, Priscilla è rimasta con Elvis per altri 5 anni, fino al divorzio nel 1972. In ogni caso la donna ha continuato a frequentare spesso la casa per partecipare alle festività natalizie.

Graceland è stata l’ultima dimora di Elvis che morì qui nell’agosto del 1977, presumibilmente per un attacco cardiaco. La salma fu esposta nel salone principale della residenza e per rendergli onore accorsero oltre 30.000 persone in 2 giorni.

Dal 1978 Graceland è diventata un museo aperto al pubblico, ma solo dal 1982 è possibile visitare anche gli spazi interni. La decisione fu presa perché i costi per la manutenzione della tenuta erano davvero dispendiosi ed avrebbero gravato sull’eredità lasciata dal cantante.

La scelta di trasformare Graceland in museo è stata presa dal padre Vernon e dalla ex moglie Priscilla, all’epoca tutrice dell’unica figlia di Elvis, Lisa Marie e da allora il pellegrinaggio di fan ed appassionati non si è mai arrestato.

Si contano circa 800.000 visite annuali, ma alcune aree interne sono inibite al pubblico, come la camera personale di Elvis. Dal 1993 Graceland e tutti i possedimenti annessi sono passati nelle mani di Lisa Marie Presley, unica erede del cantante al momento della morte.

Oggi la gestione turistica della tenuta e delle attività commerciali fuori dalla proprietà sono gestite dalla Elvis Presley Enterprises di Lisa Marie e dalla Authentic Brands Group che possiede i diritti d’autore e di immagine di Elvis.

Dal 1991 Graceland fa parte del National Register of Historic Places e nel 2006 è diventata Monumento Storico Nazionale.

Cosa vedere a Graceland

La struttura principale è rivestita completamente in pietra calcarea bianca e si suddivide in 3 piani, dei quali uno è interrato.

La facciata della casa presenta un grande portico decorato con stucchi bianchi e sorretto da quattro colonne in stile corinzio sormontate da un timpano. Lateralmente alla scalinata d’ingresso ci sono invece due leoni di pietra.

Intorno alla residenza c’è un ampio parco di 5 ettari che include anche una piscina, una dépendance, la scuderia dei cavalli e il Meditation Garden.

Tutto intorno alla tenuta sono nate una serie di attrattive e strutture ricettive, tra i quali una cappella per celebrare matrimoni, un teatro, ristoranti, parcheggi, negozi e un hotel. Gli ambienti interni comprendono 23 stanze distribuite su una superficie di 1600 metri quadrati, di cui 8 camere da letto e altrettanti bagni.

Negli anni Elvis Presley fece eseguire molti lavori di ammodernamento e personalizzazione. Tra queste modifiche c’è stata l’aggiunta del muro di pietra rosa dell’Alabama che circonda tutta la proprietà e il cancello di ferro battuto a tema musicale che si può osservare all’ingresso.

Sono state poi costruite la Tv Room al piano interrato, la Music Room e la Hall of Gold, cioè il lungo corridoio dove sono stati collocati i dischi d’oro e i premi ricevuti da Elvis. Molto particolare è la Jungle Room, nella quale è stata inserita una cascata interna.

Nel 1976 tale camera diventò uno studio di registrazione e qui l’artista ha inciso i suoi due ultimi album. Infine, Elvis decise di costruire il Meditation Garden, eretto su progetto dell’architetto Bernard Grenadier.

In questo giardino sono state poste le tombe della madre, della nonna materna e del padre. Dal 1977 accoglie anche la stessa tomba di Elvis, uno dei luoghi più visitati di Graceland. Nel 2020 è stata poi aggiunta la sepoltura di Benjamin Keough, figlio di Lisa Marie e nipote di Elvis, morto suicida a 27 anni.

All’esterno di Graceland, ovvero nei pressi della biglietteria, è presente il Presley Motors Automobile Museum, dove sono esposte le numerose vetture possedute dall’artista.

Infatti, una delle maggiori passioni di Elvis erano i motori e nel museo potrete osservare alcune delle auto utilizzato nei suoi film. Oltre a due Rolls Royce e alla Ferrari Dino del 1975, si può ammirare anche la Pink Cadillac cabrio.

Sempre all’esterno c’è un’area hangar presso la quale si possono vedere gli aerei di Elvis. Quello più interessante è il Lisa Marie Airplane, un aereo di linea comprato dalla Delta Airline e successivamente personalizzato.

Come visitare Graceland

Graceland si trova a Memphis al numero 3717 di Elvis Presley Boulevard. Vicino la residenza ci sono delle aree parcheggio e da Downtown ci vogliono circa 15 minuti con l’auto. Chi invece preferisce spostarsi con i mezzi può prendere le linee 4 e 30 degli autobus.

Andare a Graceland è un’esperienza di certo unica nel suo genere, ma i prezzi del biglietto non sono propriamente abbordabili.

Per risparmiare tempo, conviene prenotare i ticket direttamente dal sito web ufficiale. Potete così scegliere il giorno e l’orario di ingresso, evitando code alla biglietteria. L’orario di apertura è dalle 9:00 alle 16:00.

Il biglietto base costa circa 79 dollari per le persone dagli 11 anni in su, mentre per i bambini dai 4 ai 10 anni il ticket costa 45 dollari. Questo tour dura mediamente tra le 3 e le 4 ore. Inoltre, ci sono VIP tour specifici più costosi che offrono privilegi e altre iniziative speciali.

Graceland è comunque aperta al pubblico tutto l’anno, ad eccezione di alcune festività americane. Per maggiori dettagli ed essere sempre aggiornati, è sempre bene consultare il portale web.