BBQ Ribs del 4 Luglio

Il 4 luglio gli Stati Uniti festeggiano il Giorno dell’Indipendenza, la festa nazionale più importante e più sentita. Si tratta dell’anniversario della Dichiarazione di Indipendenza promulgata nel 1776, documento con il quale le Tredici colonie originarie si distaccarono definitivamente dalla Gran Bretagna. Negli Stati Uniti il 4 luglio presenta sempre un calendario ricchissimo di eventi: parate, concerti, eventi legati alla storia americana, gli immancabili fuochi d’artificio. Tuttavia la maggioranza degli americani continua a preferire un modo più “casalingo” di festeggiare: la classica grigliata del 4 luglio è un appuntamento al quale ci si prepara con religioso anticipo, studiando il menu migliore per esaltare lo spirito americano (ad esempio attraverso cibi e bevande che richiamino i colori della bandiera nazionale). Nonostante tutti questi accorgimenti, a farla da padrona è sempre la carne: hamburger, hot dog, vari tagli di pollo e manzo, accompagnati con salse sfiziose. Chi non mangia carne può contare sulle verdure alla griglia e sulle immancabili pannocchie condite con burro salato ed erbe aromatiche (o formaggio e bacon per i non vegetariani).

BBQ Ribs, le regine della griglia

Nella grigliata del 4 luglio la corona spetta tuttavia a una prelibatezza tutta americana, un must in cui ogni appassionato di barbecue ama cimentarsi: parliamo delle BBQ Ribs, la versione statunitense delle costine di maiale alla griglia. Questo piatto è vissuto con particolare religiosità negli Stati del Sud, quelli più tradizionalmente legati ai piatti di carne. Qui ogni maestro della griglia conserva gelosamente i suoi segreti per stupire parenti ed amici con delle Ribs BBQ Style da leccarsi le dita. Perché non provare a festeggiare il 4 luglio replicando questo caposaldo delle grigliate americane?

La ricetta delle BBQ Ribs

La preparazione delle BBQ Ribs è lenta e paziente, focalizzata su tante diverse variabili: la scelta di un taglio di carne il più tenero e pregiato possibile, l’affumicatura, la preparazione della miscela di spezie e tanto altro. Vediamo insieme passo passo come preparare le Ribs nel modo migliore. La scelta della carne e i primi passi della preparazione ​Fatti preparare le Ribs direttamente dal macellaio. Mentre in Italia siamo soliti preparare le costine tutte separate tra loro, le BBQ Ribs richiedono necessariamente che le costine siano tutte insieme in un unico taglio (che gli americani chiamano slab). ​Elimina (o fai eliminare) il grasso in eccesso quanto più ti è possibile: con la cottura potrebbe acquisire una consistenza molliccia e rovinare il sapore della carne tenera e succosa. ​È necessario eliminare anche la pleura, quella membrana biancastra attaccata “sul retro” delle ribs, proprio vicino all’osso. Infila la punta del coltello al di sotto della membrana e inizia a sollevarne una delle estremità. Fatto questo dovrai solo tirarla via con le dita, come fosse un grande cerotto. ​Spennella con cura la carne con della senape (o dell’olio extravergine di oliva, se non sei un amante del gusto della senape), facendo bene attenzione a coprirla in modo uniforme su entrambi i lati. Questo strato consentirà al rub di attaccarsi alla carne in modo omogeneo.

La preparazione del rub

Il rub è la personalissima miscela di spezie che andrà ad insaporire la carne e che applicheremo alle ribs attraverso un vigoroso massaggio (rub, appunto). Non esiste una ricetta univoca per il rub, dal momento che i gusti personali del cuoco e dei suoi invitati possono creare infinite varianti cariche di sapore. Un rub classico può essere costituito da sale, pepe, zucchero, erbe aromatiche e paprica. Aglio e cipolla in polvere, così come altre spezie o erbe particolari, non potranno che aggiungere sapore. Fai degli esperimenti per trovare il mix perfetto per esaltare il sapore della carne. Unisci gli ingredienti fino ad ottenere una miscela che andrai a massaggiare sulla carne fino a coprirla completamente. Un paio di consigli riguardanti il rub: ​Assicurati che i vari ingredienti siano tritati il più finemente possibile: la miscela del rub deve essere omogenea e non avere pezzi troppo grossi. ​I vari ingredienti che abbiamo menzionato daranno sapidità alla tua carne, perciò non lasciarti tentare dall’ipotesi di eliminare lo zucchero: quest’ultimo, caramellandosi formerà una deliziosa crosticina che renderà croccante le tue BBQ Ribs.

La cottura delle BBQ Ribs

È tempo di mettere le Ribs sulla griglia. La cottura sarà piuttosto lunga, circa 4 ore. Non temere, il gusto esplosivo di queste costine ti ripagherà della lunga attesa! Ecco i passi da seguire durante la cottura: ​Le BBQ Ribs devono essere cotte con il metodo indiretto: vale a dire che non devono trovarsi direttamente sopra le braci, bensì di lato, in modo che il calore non riscaldi la carne in modo diretto. Fai attenzione a sistemare le Ribs in modo che la parte delle ossa sia a contatto con la griglia. ​Accendi il carbone e aggiungi il legno che preferisci (ad esempio il ciliegio) per conferire alla carne una buona affumicatura. ​Le Ribs devono essere cotte a una temperatura di circa 110°C. È preferibile controllare la temperatura con un apposito termometro da barbecue. Calcola una cottura di circa 2/3 ore. Dopo le prime 2 ore di cottura, puoi spruzzare le costine con un po’ di aceto di mele. ​A questo punto avvolgi le costine ben strette nell’alluminio e rimettile sul braciere per circa un’ora. Alla fine la carne dovrà avere una temperatura interna di circa 90°. ​Togli le Ribs dall’alluminio e rimettile sulla griglia a cottura indiretta. Spennella la carne con una buona dose di salsa BBQ. Se tutti i passaggi saranno stati svolti correttamente, la carne si staccherà dall’osso senza opporre alcuna resistenza. Buon appetito e buon 4 luglio! Acquista lo sciroppo d’Acero su American Uncle

lascia un commento

X