Crab cake: le polpette di granchio del Maryland

Le crab cake sono delle polpette di granchio, ma sono anche chiamati tortini per la forma e la grandezza che li distingue dai classici bocconcini fritti. Questo piatto è tipico delle zone costiere, specialmente lungo l’Atlantico centrale e meridionale, ma è soprattutto il Maryland la zona in cui è conosciuto come una specialità del posto in qualsiasi ristorante di mare che si rispetti.

Curiosità

Nella ricetta originale, la polpa richiesta è quella dei granchi dal colore blu, caratteristici della baia di Chesapeake, che si trova proprio nel Maryland. La peculiarità di questo granchio è che mantiene il proprio colore solo da crudo, cioè fin quando è ancora fresco, per questo motivo viene cotto vivo ed è difficile da esportare in altri Paesi, mantenendo viva la territorialità unica del piatto.

Spesso, però, la polpa viene sostituita con quella del granchio blu nuotatore importato dall’Asia, ma naturalmente non è fresco come quello nazionale.

Secondo le fonti americane, il primo uso del nome torta di granchio risale al libro di cucina di Crosby Gaige, un autore e collezionista di libri di cucina; qui erano descritte come “torte di granchio di Baltimora”, per questo successivamente conosciute come crab cake del Maryland.

La ricetta

Ingredienti:

  •  500 g di polpa di granchio
  •  120 g di maionese
  •  1 uovo
  •  20 g di senape
  •  60 g di pangrattato per l’impasto
  •  200 g di pangrattato per la panatura delle crocchette
  • prezzemolo
  •  sale e pepe
  •  1 cucchiaio di tabasco
  •  1 cucchiaio di salsa Worcestershire

Procedimento

  • Iniziate mescolando in una ciotola la senape, la maionese, l’uovo, il prezzemolo sminuzzato e la salsa Worchester. 
  • In un altra ciotola mettiamo la polpa di granchio e il pangrattato, condite a piacere con sale e pepe e impastate, successivamente aggiungete il composto della maionese mescolata precedentemente e amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto simile a quello delle polpette. Se dovesse risultare troppo umido basta aggiungere altro pangrattato.
  •  Infine in una padella scaldate abbondante olio, quando sarà ben caldo con l’impasto formiamo delle palline non troppo grandi, impanare nel pangrattato ed adagiate il tutto nella padella. 
  • Friggere per 3-4 minuti per lato o fin quando non saranno belle dorate e croccanti. Una volta cotte adagiate su della carta assorbente, così da togliere l’olio in eccesso. Quando saranno tutte pronte servirle accompagnandole con delle salse a vostro piacimento.

Potrebbero essere un ottimo antipasto o un secondo piatto da accompagnare alla classica frittura italiana. Speriamo che vi siano piaciute!

X