giovedì , 23 marzo 2017
Home > Cucina e ricette americane > Usanze e abitudini dalla cucina americana
La cucina americana
Mac e Cheese, un classico della cucina americana

Usanze e abitudini dalla cucina americana

E’ noto che le abitudini alimentari statunitensi non siano delle migliori, dato l’eccessivo numero di obesi che supera le percentuali europee. La cucina risente della società multirazziale sedimentatasi nel paese; ricordiamo, infatti, che gli USA contano la maggiore diversità etnica nel mondo.

La colazione è per tradizione abbondante. Si va dal dolce al salato, passando per succhi di frutta, muffin, cereali con latte, ciambelle, frittelle con sciroppo d’acero, caffè tipicamente americano, a uova e pancetta, accompagnate magari da piccoli wurstel.

Il comune pranzo all’italiana è sostituito da uno snack veloce presso una delle diverse catene di fast food esistenti, o consumato direttamente sul luogo di lavoro, marchi come McDonald, Pizza Hut, Hard Rock Cafè sono tra i più famosi. E qui l’alimentazione varia dai sopraccitati hamburger, hot dog e patatine fritte, al sandwich al formaggio, pollo e alette fritte croccanti, insalatone e pizza.

L’uso più comune è quello di mettere quanti più condimenti possibili nell’unico snack da voi scelto. Provate ad assaggiare degli insoliti spaghetti con polpetta su stecco: un nido di spaghetti avvolto da una polpetta di carne fritta, condita con salsa marinara all’italiana. O ancora per chi volesse esagerare, una pizza da ben 1.35 kg da dividere con i propri colleghi: pizza gigante con salsiccia, carne di manzo, cipolle, salsa agrodolce, lattuga, pomodoro e formaggio.

Tutto deve essere rigorosamente accompagnato da bibite ghiacciate, al contrario sarà conveniente specificare al momento dell’ordinazione un “No ice, thanks” – “Niente ghiaccio, grazie”. Ricordiamo inoltre che l’acqua costa più di una normale bibita. C’è chi poi preferisce acquistare o portare da casa, alimenti più leggeri e sani. E quindi ecco dare spazio a yogurt, insalate miste, cucina vegetariana, frutta e macedonie.

Il momento in cui la famiglia si ritrova è quello della cena, e qui le influenze culinarie si fanno sentire. Si può andare dal piatto di maccheroni con formaggio, agli spaghetti all’italiana, a secondi piatti fatti di carne, pesce e contorni (generalmente patate, verdure, legumi, pomodori, ecc.). Sempre che poi non si voglia uscire a cena, e qui la scelta è abbastanza variegata, potrete scegliere, infatti, tra ristoranti di qualsiasi etnia. Vanno ricordate, però, le celebri bistecche enormi, servite con contorni e accompagnate da salse piccanti.

Tra i dessert tradizionali ricordiamo, infine, biscotti e ciambelloni fatti in casa, torte caramellate al cioccolato, formaggio, carote, mirtilli e mele. Immancabile nei periodi più caldi è poi il gelato, possiamo contare su una varietà di gusti degna di nota, di cui proviamo a citare i più insoliti: burro di mandorle, caramello alle mandorle, daiquiri alla banana, pasta cruda della torta, carruba, cayenne, torta di formaggio, banana e cioccolato, menta piperita, combustione di biscotto, burro di arachidi, cardamomo (più biscotti che crema), birra chiara e caramello bruciato.

E dopo questo viaggio culinario, rigorosamente dannoso per il fegato, non ci resta che consigliarvi un ottimo digestivo, questa volta, all’italiana!

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *