Da Atlanta a New York City

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 25 novembre 2011

 

Introduzione:

Voglio presentarvi questo itinerario molto insolito negli USA, a tutti noi per diversi motivi è piaciuto molto; siamo una famiglia di quattro persone:
due adulti più due ragazzi di 10 e 17 anni.

Partenza: 8 agosto

Volo Alitalia: Milano – Roma – Atlanta

Partenza da Milano ore 8,05 arrivo a Roma e ripartenza alle 10,50 arrivo previsto ad Atlanta ore 16,30 circa.

In serata dopo la coda all’immigrazione e ritirato alla Hertz il nostro SUV Ford Explorer arriviamo in un motel prenotato dall’Italia tramite hoteldiscount.com (Days inn).

9-10 agosto: visita di Atlanta (Georgia) sede della Coca Cola company, televisione CNN, shopping center “undground Atlanta” passeggiata nel parco delle olimpiadi del millennio. Temperatura equatoriale! Per fortuna ovunque c’è l’aria condizionata siberiana!

10 agosto: partenza per Savannah (Georgia) lungo la I75 e la I16 dopo una sosta per un pranzo veloce; arrivo a Savannah per le 15 circa.
Nessun problema a trovare una camera in un motel (Quality inn).

11 agosto: visita di Savannah (GA), spiaggia di Tybee island (acqua caldissima, tipo vasca da bagno). Shopping a Savannah lungo il fiume e verso mezzogiorno partenza per Charleston (South Carolina) lungo la US 17. Arriviamo verso le 17 e non trovando posto per dormire ripartiamo in serata e ci fermiamo in un motel a Georgetown (SC) vicino a Myrtle beach dove ceniamo.

12 agosto: partenza seguendo la costa in direzione di Myrtle beach per fare un bagno ma la località sembra Rimini e pioviggina; fuggiamo verso nord con sosta per visitare “Orton Plantation” una tenuta dove gli schiavi coltivavano riso, e per la felicità dei ragazzi socializziamo con un alligatore! Tentiamo di dormire a “Surf City” una cittadina sull’oceano ma nei weekend in questa zona è difficile trovare da dormire comunque troviamo posto più a nord a Jacksonville (Florida).

13 agosto: ripartiamo direzione Cedar Island dove parte il traghetto per Ocracoke Island; siamo nella zona degli Outer Banks dove e’ vissuto il pirata Barbanera. Sono isole di sabbia, strette, lunghe e bellissime che da un lato sono bagnate dall’oceano Atlantico e dall’altro dal Pamlico sound. Scesi dal traghetto attraversiamo l’isola, che è un parco nazionale, e prendiamo un altro traghetto che ci porta sull’isola Hatteras. Troviamo un motel a Buxton (North Carolina) senza nessun problema.

14 agosto: colazione e mattinata sulla spiaggia deserta: almeno 5 km di spiaggia e siamo solo noi! Tutta la mattina a giocare con l’oceano e le sue onde.

15 agosto: lasciamo gli Outer Banks con un po’ di rammarico ma vogliamo arrivare in serata nel Delaware a Rehoboth Beach zona di outlet esentasse! Per arrivarci attraversiamo il Chesapeacke bay bridge, 35 km di ponti e tunnel nell’oceano. Arriviamo in serata. Motel e cena.

16 agosto: mattina in spiaggia, niente a che vedere con Buxton (NC), folla tipo Rimini, quindi ci dedichiamo allo shopping negli outlet di polo Ralph Lauren, Brooks Brother, Guess, Tommy Hilfigher, Osch Kosc , Gap, etc.

17 agosto: partenza per Washington D.C. che visitiamo in macchina perché la città non ci piace; non troviamo un parcheggio decente e neppure un motel a prezzi accettabili, va tutto storto! Giornata no. Fuggiamo e ci fermiamo invece a Baltimora (Maryland); un’ altra vita! La città è graziosa, ordinata molto carina. Troviamo con difficoltà da dormire perché la città è pacificamente invasa da tifosi colorati arrivati per la prima partita della stagione di football americano. Sono molto amichevoli e rilassati niente a che vedere con i nostri tifosi di calcio.

18 agosto: mattinata a girovagare nella zona e visita all’ acquario. Partenza dopopranzo in direzione Philadelphia (Pennsylvania) attraversando la contea di Lancaster, la zona degli Amish, che vivono nelle loro cascine senza energia elettrica e viaggiando sul calesse. Dormiamo in un motel nella zona degli outlet di Lancaster.

19 agosto: arriviamo a Philadelphia (PA) e visitiamo velocemente la zona storica. Sosta per pranzare ma ormai New York City (NY) è vicina e non vediamo l’ora di arrivare al nostro hotel che abbiamo prenotato dall’Italia attraverso booking.com. Arrivo in serata.

20-21-agosto: New York.

22 agosto: giornata ancora in città e trasferimento in serata all’aeroporto Newark per tornare a casa. Peccato.

Atlanta – Savannah km 380
Savannah – Charleston km 193
Charleston – Myrtle beach km 157
Myrtle beach – Jacksonville km 250
Jacksonville – Buxton km 160 traghetti (tempo 4 ore)
Buxton – Rehoboth beach km 295
Rehoboth beach – Baltimora km 250
Baltimora – Lancaster km 180
Lancaster – Manhattan km 287

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *