Festa di San Gennaro Americana

Il culto di San Gennaro è talmente radicato nella cultura napoletana da aver oltrepassato le frontiere nazionali per sbarcare nella Grande Mela. Infatti, da quasi un secolo a Little Italy si festeggia questa ricorrenza con processioni, sfilate e tanto buon cibo italiano.

Le strade del quartiere si affollano di italo-americani e turisti che desiderano immergersi nel cuore della cultura partenopea. Insomma, è un appuntamento imperdibile se vi trovate in città in autunno.

Scopriamo insieme com’è nata questa festa, in che cosa consiste e come si svolge ancora oggi a New York.

La storia della festa di San Gennaro a New York

Santo Patrono della città di Napoli, San Gennaro è stato vescovo e martire della cristianità nel IV secolo d.C. e da allora è diventato un punto di riferimento per i cittadini del capoluogo campano.

In seguito al suo martirio il sangue è stato conservato all’interno di un’ampolla che 3 volte l’anno viene mostrata ai fedeli per assistere al miracolo della liquefazione, simbolo di buon auspicio per la città.

Abbiamo trovato informazioni interessanti sulla festa di San Gennaro a Napoli e sulla vita del santo sul sito turistico Movery.it, che vi consigliamo di visitare per approfondimenti sulla festa italiana.

Grazie ai flussi migratori di fine Ottocento, la tradizione di celebrare San Gennaro è giunta fino a New York, dove la cosiddetta Feast of San Gennaro si svolge ormai dal 1926.

Nonostante il passare del tempo è una delle fiere più attese dalla popolazione locale e riesce ancora ad attirare migliaia di famiglie di origine italiana che hanno nostalgia della madrepatria di cui hanno un vago ricordo o che non hanno mai visitato.

Nel lontano 1888 i primi immigrati italiani di New York provengono soprattutto dalle regioni del sud Italia e ben presto decidono di costruire un luogo di culto nel quale venerare la figura di San Gennaro.

È così che viene eretta la Chiesa del Preziosissimo Sangue che a quel tempo veniva anche utilizzata per raccogliere offerte da destinare ai più poveri.

Questa chiesetta tutt’ora si affaccia lungo Mulberry Street, la via principale di Little Italy che una volta si componeva di ben 50 isolati, abitati per lo più da napoletani. Oggi questa strada è stata ridimensionata ed ha perso importanza nel quartiere.

Al di là dell’inevitabile declino, Mulberry Street è comunque una via piena di bar, pasticcerie e ristoranti che propongono le migliori pietanze della gastronomia partenopea e italiana.

In questa strada di Little Italy le persone avevano l’usanza di invitare la gente di altri distretti per pregare nella chiesetta, fare offerte votive e condividere la tavola. Da quest’abitudine è successivamente nata l’idea di fare una vera e propria Festa di San Gennaro.

Dal 1996 la fiera è organizzata dai “Figli di San Gennaro“, un ente no profit nato con lo scopo di proteggere e mantenere viva la cultura e le tradizioni italiane in America.

Dove e quando si svolge la Festa di San Gennaro a New York

La Festa di San Gennaro non si svolge soltanto il 19 settembre ma dura ben 11 giorni. Per l’occasione Mulberry Street viene completamente chiusa al traffico cittadino.

Le persone che riempiono la via sono tante e di anno in anno la folla è sempre più numerosa, tanto che a volte è difficile farsi largo. Non potrete fare a meno di notare i balconi dei palazzi decorati con nastri e coccarde tricolori.

Ai lati della strada vengono installati stand e bancarelle di venditori ambulanti presso i quali si possono comprare le più note specialità nel nostro Paese quali babà, zeppole di San Giuseppe, pastiere, pizze, mozzarelle, arancini e molto altro ancora.

L’offerta culinaria è pressoché infinita e grazie allo street-food potete tranquillamente mangiare e passeggiare. Se poi siete stanchi, c’è sempre la possibilità di fermarsi in uno dei ristoranti di Mulberry Street che spesso installano dei tavoli all’aperto, proprio come faremmo noi in Italia. 

Tra i locali più famosi c’è Lombardi’s, una delle pizzerie storiche di Manhattan oppure potete fare un salto da Ferrara, pasticceria e caffetteria nella quale troverete un vasto assortimento di gelati e dolci italiani.

Il profumo di cibo è irresistibile a Mulberry Street e di sera si può assistere a divertenti gare come quelle dei mangiatori di cannoli. Inoltre ci sono spettacoli di musica dal vivo, un lunapark per bambini e fuochi d’artificio.

Messe e processioni per la Festa di San Gennaro

Il sabato precedente il 19 settembre, dalle 14 alle 16, si svolge la Great Procession, la grande processione in onore del santo napoletano. Non è proprio come le classiche processioni religiose italiane ma è decisamente più folkloristica e colorata.

Durante la parata i fedeli portano in trionfo la statua di San Gennaro montana su di un carro. Su quest’ultimo ci sono anche i membri di una banda musicale che intonano le più celebri canzoni della musica napoletana.

La processione parte dall’incrocio tra Canal Street e Mulberry Street, per poi attraversare le principali vie di Little Italy.

Dietro al carro principale si accodano persone comuni, bambini, altri carri e le associazioni culturali italo-americane di New York.

A fare da padrino c’è il Grand Marshal, il quale cambia ogni anno ed è rigorosamente un attore o un uomo di spettacolo di origine italo-americana. Per avere un’ottima visuale, il consiglio è di posizionarsi lungo Mulberry Street con diverse ore di anticipo rispetto all’orario di inizio della processione.

L’altro importante appuntamento della Festa di San Gennaro è senza dubbio la Solemn High Mess, la messa solenne che si tiene nella Chiesa del Preziosissimo Sangue il 19 settembre dalle 18 alle 20.

Può essere una buona occasione per visitare la parrocchia che nei giorni della fiera è sempre aperta al pubblico. Dopo la messa c’è poi una seconda processione nella quale la statua del santo è trasportata nuovamente in giro per il quartiere.

La Festa di San Gennaro fuori da Little Italy

La Festa di San Gennaro a New York non si tiene soltanto nella Little Italy di Manhattan. Infatti, col trascorrere degli anni la comunità italo-americana si è estesa ad altre zone della città e attualmente un buon numero di abitanti di origine italiana si trovano nel Bronx.

In questo quartiere troverete un’altra Little Italy, e nella settimana del 19 settembre le strade si riempiono di bancarelle di cibo, soprattutto nella zona intorno ad Arthur Avenue che diventa area pedonale. Di sera la strada si anima ed è possibile assistere a piccoli eventi musicali e competizioni canore.    

 

lascia un commento

X