giovedì , 20 luglio 2017
Huntsville, Alabama
U.S. Space Camp, Huntsville

Alabama

Lo Stato dell’Alabama fa parte della Federazione degli Stati Uniti d’America, nella parte sudorientale. La sua capitale è Montgomery e confina a nord con il Tennessee, ad est con la Georgia, ad ovest col Mississipi e a sud con la Florida, oltre ad affacciarsi sul Golfo del Messico.

Il territorio dell’Alabama è abbastanza variegato geograficamente, a nord si estendono le catene montuose, al centro si hanno valli pianeggianti e fertili oltre alle cosiddette Black Belt, terre nere, mentre sulla costa il terreno presenta delle splendide spiagge bianche, spazi che fino a poco tempo fa erano paludosi.
Il clima in Alabama è estremamente confortevole durante tutto l’arco dell’anno. L’inverno non raggiunge temperature rigide, se non sulle cime montuose del nord dello Stato; la primavera sopraggiunge già a marzo e l’estate si presenta calda senza divenire troppo pesante.
Nonostante sia Montgomery la capitale dell’Alabama, in realtà la città più grande dello Stato è Birmingham, grande centro di produzione dell’acciaio e polo industriale che, negli anni ’60, è stato luogo di manifestazioni per la difesa dei diritti umani.

Cenni storici
L’Alabama era terra abitata da varie tribù indiane che si sono scontrate più volte e ne sono uscite perdenti, contro gli eserciti dei colonizzatori europei, prima francesi poi spagnoli, infine inglesi. La fascia costiera con la città di Mobile come porto era un punto strategico che faceva gola a molti gruppi di colonizzatori. Dopo varie battaglie, l’Alabama nei primi anni del 1800 era parte dell’Unione della confederazione degli Stati del Sud. Accanto ai pastori e allevatori autoctoni, l’1% dei proprietari terrieri erano coloni bianchi e questo causava spesso lotte politiche interne. Lo sviluppo dello Stato si ha durante la Prima e Seconda Guerra Mondiale, per la necessità di armamenti e dei prodotti dell’industria siderurgica e meccanica, le cui materie prime erano e sono tutt’ora molto presenti in Alabama.

L’Alabama comunque è da ricordare specialmente perché è proprio a Montgomery che Martin Luther King ha attuato la rivolta dei passeggeri neri all’interno degli autobus, boicottando così i trasporti pubblici e dando l’avvio per porre l’attenzione sul rispetto dei Diritti Umani e Civili, contro la discriminazione razziale. La lotta ha portato ad una legge che cessò ogni differenza segregazionista nel 1965.

Cosa vedere
Birmingham è la città che colpisce per i suoi grattacieli che svettano verso l’alto, una visita al Museo dei Diritti Umani non può mancare, come pure al Museum of Arts. Montgomery è la capitale e distende intorno al fiume Alabama, in essa vi sono numerosi centri commerciali e il teatro sede dello Shakespearean Festival.
Ad Huntsville invece si può visitare l’affascinante U.S. Space Camp, il Museo e il centro spaziale in cui vengono custoditi tutti i documenti sui lavori dell’aeronautica spaziale statunitense.
Leggende della musica sono nate in Alabama e questo fa sì che la vita della musica live sia ancora molto seguita e sostenuta con festival e locali ad hoc.

Cucina
La cucina dell’Alabama è molto ricca e variegata a seconda della zona in cui ci si trova, dalla carne dell’entroterra con le costate, gli hamburger, il pollo fritto, ai menu di pesce che caratterizzano la costa con ricette a base di gamberetti.

Parchi naturali
A partire dai Monti Appalachi del nord dello Stato, l’Alabama offre un panorama paesaggistico molto bello, comprendendo anche un cratere meteoritico, il Wetumpka, di assoluto fascino. Molti sono anche i parchi di interesse storico, territori di battaglie del passato.

ALABAMA, AL – 32.354N, 086.284W

MAPPA STATO SITO UFFICIALE

SOPRANNOMINATO: “The Heart of Dixie”
ORIGINE NOME: Nella regione viveva la tribù indiana Alibamu, che significa tagliatori di bosco: da qui il nome dello Stato.
CAPITALE: Montgomery
ALTRE CITTA’: Birmingham, Huntsville, Mobile, Tuscaloosa
MEMBRO UNIONE DA: 14 Dicembre 1819 (22mo stato)
POPOLAZIONE: 4.369.862
POPOLAZIONE CAPITALE: 200.000 ab.
NUMERO CONTEE: 67
PERSONE POVERE: 16,2 %
MOTTO: “Audemus jura nostra defendere”
ALBERO: Southern Longleaf Pine
UCCELLO: Yellowhammer
FIORE: Camellia
CANZONE: Alabama

LA BANDIERA: La croce color cremisi di St. Andrew sta su un campo bianco; è stata modellata dopo la bandiera della guerra Confederata ed adottata nel 1895. Le barre che formano la traversa non devono essere più piccole di sei pollici e devono estendersi diagonalmente attraverso la bandiera da lato a lato.

ECONOMIA – AGRICOLTURA: Pollame ed uova, bestiami, arachidi, cotone, verdure, latte, soie.
INDUSTRIA: Carta, legname e prodotti derivati, prodotti di estrazione mineraria, della gomma e della plastica.



Bandiera Alabama

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutto America.it

Tutto America.it

Condividi
Condividi
Pin
Tweet
+1
X