La Ivy League

La Ivy League: le 8 migliori Università americane

 

La Ivy League è il gruppo delle 8 più prestigiose Università private degli Stati Uniti ed ognuno di questi College possiede premiate capacità di altissimo livello.

Questa Lega, chiamata “Lega dell’edera” già negli anni ’30, fu fondata ufficialmente nel 1954 e le università esclusive che ne facevano parte sono rimaste le stesse ancora oggi, ossia (in ordine alfabetico) la Brown University (Providence, Rhode Island), la Columbia University (New York City), la Cornell University (Ithaca, NY), il Dartmouth College (Hanover, New Hampshire), Harvard University (Cambridge, Massachusetts), University of Pennsylvania (Philadelphia, Pennsylvania), Princeton University (Princeton, NJ), Yale University (New Haven, Connecticut).

Non soltanto gli studenti più ambiziosi aspirano ad entrare in uno di questi College, ma anche le stesse Università entrano in competizione tra loro per “accaparrarsi” gli studenti migliori.

E’ curioso notare che l’origine del termine League ha un significato sportivo e non accademico, infatti inizialmente la Ivy League, o Ancient Eight, era una vera alleanza sportiva che si riferiva alle squadre delle 8 università, che ogni anno si sfidavano.

Successivamente, la Ivy League divenne sinonimo di College più selettivi e autorevoli d’America, i quali ammettevano solamente i figli dell’alta borghesia, membri di famiglie facoltose che frequentavano la stessa Università da generazioni. Studiare in una delle Ivy League significava dunque far parte di una ristretta cerchia di studenti d’élite i quali si trovavano la strada spianata per la creazione di un futuro sicuro e brllante e, nel contempo, una posizione sociale privilegiata.

Tuttavia, dalla metà degli anni ’60, grazie al movimento dei diritti per le donne e dei diritti civili, le scuole della Ivy League sono divenute chiaramente più eterogenee e internazionali rispetto al passato e attualmente le 8 Università hanno istituito dei criteri meno restrittivi per la selezione dei propri studenti e più orientati al merito piuttosto che all’estrazione sociale, sebbene questa giochi un ruolo tutt’oggi importante per la scelta delle ammissioni.

Oltre al fattore della posizione sociale, un altro importante elemento del sistema universitario americano è la ricchezza. Questi Istituti, essendo privati, hanno bisogno di ricevere fondi per ampliarsi, per avere i professori migliori, la biblioteca più fornita, i centri di ricerca più importanti, ecc.

Per questo motivo è frequente che queste Università ricevano dalle famiglie facoltose dei loro studenti generose donazioni, magari in cambio di un piccolo riconoscimento, come per esempio il nome del donatore bene in vista in un’ala della biblioteca.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

2 commenti su “La Ivy League: le 8 migliori Università americane”

  1. sai dirmi qualcosa riguardo alle borse di studio? se io sono una ragazza italiana e voglio studiare in una di queste università ma non ho i soldi, c’è un sistema di borse di studio?

    1. Esiste il sistema del financial aid, ovvero del richiedere l’aiuto economico a fronte del dimostrare con documentazione dettagliata la propria condizione economica, e condizione essenziale essere in possesso dei requisiti fondamentali:
      media scolastica eccellente e costante nel tempo, interessi diversificati, perfetta padronanza della lingua con certificazione SAT, ed aver prodotto degli “essey” che siano stati reputati degni d’interesse.
      La mia esperienza di genitore é recentissima quindi posso fornire dettagli ☺️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.