Labor Day a New York

Labor Day USA 2013

 

Il primo lunedì di settembre, negli Stati Uniti, si festeggia il Labor Day, un giorno dedicato ad omaggiare il contributo che ogni singolo lavoratore apporta con il suo mestiere al progresso economico, sociale e umano della collettività.

Oggi, è una festa comandata in tutto il Paese, a volte un po’ sottovalutata nella sua portata etica, ma di certo un simbolo del valore che viene riconosciuto al lavoro, il quale nobilita proprio l’uomo. L’istituzione di questa giornata di festa risale al 1894 e fu il risultato di un periodo di aspre lotte fra lavoratori e industriali. Del resto, le condizioni lavorative del XIX secolo erano davvero insostenibili: 12 ore al giorno, sette giorni la settimana, in locali con scarsa circolazione dell’aria, minime o nulle misure di sicurezza e precauzioni sanitarie, per salari nemmeno sufficienti ad arrivare alla fine del mese; nelle miniere, così come nelle fabbriche, bambini di 5 o 6 anni erano sfruttati senza pietà in lavori insalubri e pericolosi, con paghe da fame.

In queste condizioni, non era possibile continuare e così nacquero i primi sindacati che chiedevano a gran voce e con numerose manifestazioni salari più adeguati e migliori condizioni di lavoro. Ne seguirono scioperi e scontri violenti che non di rado videro versare il sangue di lavoratori e forze dell’ordine. L’episodio più grave si verificò nel 1886 e passò alla storia come Haymarket Riot.

Già nel 1882, si era assistito a quella che diverrà in seguito un simbolo del labor Day: il 5 settembre sfilarono da City Hall a Union Square in New York City 10.000 lavoratori che rivendicavano migliori condizioni di lavoro, ma che – in pratica – rimase lettera morta. Per un formale riconoscimento della festa bisognerà aspettare altri 12 anni e altrettanti momenti di tensione fra le parti: nel 1894, solo dopo uno sciopero iniziato dai dipendenti della Pullman Palace Car Company in Chicago che culminò in una paralisi dell’intera linea ferroviaria e si concluse con il massacro di una dozzina di lavoratori da parte delle forze dell’ordine a Chicago, il Congresso dovette concedere il formale riconoscimento del labor day che venne fissato al primo lunedì di settembre.

Labor Day negli Stati Uniti
Una protesta dei lavoratori, nelle strade di New York.

Al giorno d’oggi, è considerata per lo più una giornata di arrivederci all’estate e molte grandi città offrono numerosi momenti di svago, divertimento e relax. A New York si tiene la storica parata con bande, palloncini e migliaia di persone che sfilano il secondo sabato del mese che, quest’anno, cadrà il giorno 14. Nel weekend del labor Day non mancheranno occasioni di divertimento, comunque: l’adrenalina di una partita degli US Open, così come il caotico Brooklyn West Indian Carnival o i suoni dell’Electric Zoo saranno motivi più che validi per trascorrere il labor Day a NY.

A Boston, gli eventi in programma saranno perfetti per accontentare grandi e piccini, animi festaioli e riflessivi: venerdì 30, è in programma la chiassosa festa della birra (Mass Brewers Fest) con degustazioni per tutti i tipi, specialità locali incluse, mentre sabato 31 è la giornata delle famiglie che potranno riscoprire il lupo di mare che c’è in ognuno di loro con un’appassionante rievocazione della battaglia navale del 1812 a bordo della USS Constitution. Lunedì 2 spazio alla meditazione nelle rilassanti atmosfere del Frank Hatch Free Day e dei suoi giardini (che saranno occasionalmente aperti anche di lunedì) e in serata concerto di musica classica sulle note di Handel: gli eventi giusti per smaltire sbornia e adrenalina dei giorni scorsi.

Nemmeno a San Francisco ci sarà tempo di annoiarsi: il primo pomeriggio del weekend le note del Redwood Tango Ensemble e i passi di danza di ballerini più o meno provetti animeranno Union Square; per gli animi più sportivi, lunedì 2 gli Oakland As Baseball sfidano i Texas Rangers. Di certo, passando da San Francisco non potrete dare almeno un’occhiata alle eleganti vele che si staglieranno per tutto il weekend sulle acque oceaniche in occasione del Red Bull Youth America’s Cup. Se avete bambini al seguito, di sicuro faranno la loro gioia i voli acrobatici e le performance equestri degli artisti circensi del The Ringling Brother’s Barnum & Bailey Circus.

Se, invece, passerete dalle parti di Washington, il 31 agosto e il 1 settembre non potrete esimervi dall’apprezzare la musica celtica e le danze; così come la bravura degli atleti che si sfideranno in occasione del Virginia Scottish Games & Festival 2013, con un omaggio – appunto – alla Scozia. Se, invece, avete una passione per il teatro, segnatevi il Kennedy Center Page-to-Stage Festival (dal 31 agosto al 2 settembre) un entusiasmante kermesse di rivisitazioni e letture teatrali di oltre 25 compagnie. In questi giorni, a Washington si tiene il National African Dance and Drum Conference, con la gioia di ballerini e musiche tipiche del continente nero che non mancherà di richiamare una folla di partecipanti. La sera della vigilia del labor Day, spazio alle melodiche note della National Symphony Orchestra, mentre il 2 settembre vede Kensington palco della sfilata con collaterali eventi dedicati anche ai più piccoli.

Infine, a Los Angeles l’aria sarà piacevolmente allegra e spensierata – dal l’1 al 3 settembre – in occasione del Los Angeles State Historic Park downtown con esibizioni di un centinaio di commedianti e artisti; per tutto il mese atmosfera country in occasione del Los Angeles County Fair con cavalli, mostre di bestiame e musica dal vivo. Mentre martedì 3 sarà la volta di una piacevole crociera dove potrete sentirvi trattati da veri nababbi in occasione del 10th annual Labor Day party a bordo del lussuossimo FantaSea One Mega-Yacht.

Non sarà celebrato in maniera formale il labor day, ma assolutamente non mancheranno occasioni di divertimento e relax per tutta la famiglia, un modo piacevole per dire arrivederci alle vacanze estive.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti, media: 1,00 su 5)
Loading...
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *