Calle 8, Little Havana a Miami

Little Havana

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 14 dicembre 2017

 

Little Havana (o La Pequeña Habana), situato ad Ovest di Downtown, è il quartiere di Miami che ospita la più grande comunità cubana e latina al mondo.

Negli anni ’50 i cittadini cubani iniziarono ad emigrare qui, e il loro numero continuò ad aumentare dopo che, nel 1959, Fidel Castro salì al potere. Oggi questo quartiere è una vera e propria “altra Cuba”, ed è una tappa obbligata per chiunque voglia immergersi nel cuore latino di Miami.

Cosa vedere

Calle Ocho

SW 8th Street, meglio conosciuta come Calle Ocho (Calle 8) è il centro pulsante di Little Havana. Le cose più interessanti da vedere sono quasi tutte concentrate in questa eclettica via:

  • Cuban Memorial Plaza. Situata all’angolo con SW 13th Street, questa piazza è un monumento al dolore patito da coloro che hanno dovuto abbandonare la loro patria per cercare altrove una speranza di vita migliore.

    Qui si possono trovare diversi monumenti: un busto di Jose Marti, il monumento commemorativo dell’invasione della Baia dei Porci, alcune statue della Vergine Maria, una mappa di Cuba lunga 4 metri, un busto di Antonio Maceo e alcuni piccoli monumenti commemorativi della Guerra d’Indipendenza cubana (1800).

  • Walkway of the Stars. Questo tratto di strada è una versione ridotta della celebre Walkway of the Stars di Hollywood, che celebra alcuni tra le più importanti personalità latino – americane, tra cui Sammi Soso, Thalia, Cecilia Cruz, Willy Cirino, Maria Conchita Alonso, Gloria Estefan.

  • Lily’s Records. Questo negozio di musica è una vera e propria istituzione per gli amanti della musica latino – americana e cubana: dai ritmi classici della salsa, al Latin – jazz e al pop, Lily’s Records è il posto giusto per i veri appassionati del genere.
  • Murales. All’esterno della Cafeteria Guardabarranco è possibile ammirare degli stupendi murales raffiguranti alcune celebrità latine, tra cui Celia Cruz e Tito Puente, e personaggi famosi sia latini che americani, come Abramo Lincoln, Jose Mari, George Washington e Ruben Dario.
  • Máximo Gómez/ Domino Park. Il Máximo Gómez Park, comunemente conosciuto come Domino Park, è diventato popolare perché qui gli anziani immigrati cubani si incontrano per sfidarsi in accese partite di domino e raccontarsi storie sui tempi passati.
  • Tower Theater. Questo edificio è uno dei più antichi di Miami, con la sua facciata in stile Art Deco.
    Il teatro aprì i battenti nel 1926; dopo aver superato numerose vicissitudini, il Tower Theater è divenuto una proprietà del Miami Dade College: qui vengono proiettate pellicole famose in lingua straniera, film indipendenti e si tengono numerosi eventi, seminari e congressi.
  • El Credito Cigar Factory. Tappa obbligata per tutti gli amanti dei veri sigari cubani, questa fabbrica produce sigari interamente lavorati a mano.

    Il suo proprietario, Ernesto Carillo, è un esiliato da Cuba che ricorda con nostalgia le piantagioni di tabacco della sua terra e si impegna perché i suoi prodotti abbiano la stessa qualità dei sigari lavorati a Cuba.

  • Futurama Building. Il Futurama Building è il luogo da esplorare se amate l’arte: al suo interno ci sono ben 12 studi/ gallerie di talentuosi artisti locali.

    Nei suoi dintorni ci sono altri studi e gallerie d’arte mentre, al numero 1652, c’è lo studio/galleria del celebre artista Augustín Gaínza.

  • Memorial Boulevard e Bay of Pigs Museum. Questa via, che corre parallela alla SW 13th Street e con essa si incrocia all’altezza di Calle Ocho, è un altro monumento di Little Havana dedicato agli esiliati da Cuba a causa del regime di Castro.

    Lungo tutta la via è possibile ammirare statue dedicate agli eroi che hanno combattuto per la liberazione della loro patria. E, proprio nel punto in cui Memorial Boulevard si incrocia con SW 13 Street, arde fiera la fiamma del monumento Ethernal Torch, dedicato “A Los Martires de la Brigada de Asalto”.

    Poco distante da Memorial Boulevard, nella vicina SW 9th Street, si trova il Bay of Pigs Museum, interamente dedicato al tentativo fallito di far cadere la dittatura cubana, la cosiddetta “invasione della baia dei porci”, avvenuta nel 1961.

Dove mangiare

Chi vuole gustare dell’autentico cibo cubano deve per forza fermarsi a mangiare qualcosa al Versailles, un diner dall’arredamento particolare, con i muri ricoperti da grandi specchi, ritrovo preferito della comunità cubana qui a Miami.

Per chi vuole soddisfare la sua voglia di dolce, c’è l’Azucar Ice Cream Company, dove si può gustare un buon gelato, o Los Pinarenos Fruteria, famosa per le sue prelibatezze.

Casa Panza, invece, è il luogo ideale dove mangiare dell’ottimo cibo spagnolo mentre si assiste ad eccezionali spettacoli di Flamenco./p

Eventi

Ci sono due importanti eventi mensili che si svolgono in Calle Ocho: ogni ultimo venerdì del mese si tengono i Viernes Culturales (venerdì culturali), con musica dal vivo, buon cibo ed intrattenimenti offerti dai commercianti locali.

Ogni secondo venerdì è dedicato alla Little Avana Art Walk. In questa occasione le gallerie d’arte restano aperte fino a tardi. L’evento più importante per quanto riguarda l’intrattenimento è, però, il Carnaval Calle Ocho Festival, che si tiene ogni anno a marzo.

Una volta all’anno, in Cuban Memorial Plaza, si tiene un grande festival, durante il quale il popolo cubano celebra le sue radici e il patrimonio culturale ereditato dalla sua terra d’origine.

Come muoversi

Little Havana si può raggiungere con l’autobus: per soli 2 dollari si può acquistare un biglietto del bus con il quale è possibile muoversi agevolmente per tutto il quartiere.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

I più richesti di Miami e Miami Beach

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *