Il Country: l’old time music

La musica country è un genere musicale nato in America, ma è storicamente considerato come il risultato di una fusione tra varie forme di musica popolare, importate dall’Europa, in particolare dall’Inghilterra, dalla Scozia, dall’Italia, dalla Francia e dall’Irlanda. 

Si sviluppa all’inizio del ‘900, periodo in cui era conosciuta come “old time music” o “Hillybilly music”, alludendo ai contadini bianchi che popolavano la zona meridionale degli Stati Uniti.

La nascita del Country

Secondo alcune supposizioni, si pensa che questo genere si sia affermato, nella sua forma primordiale, in un magazzino della Taylor-Christian Hat and Glove Company, un’azienda di Bristol, tra Virginia e Tennessee.

Un produttore musicale newyorkese, Ralph Peer, improvvisò uno studio di registrazione per suonare quello che era conosciuto come “Hillybilly sound”. Dopo una serie di annunci sui giornali, 19 musicisti sconosciuti parteciparono all’iniziativa, registrando 19 canzoni in totale.

I musicisti di solito dovevano recarsi personalmente a New York per essere ascoltati, con Peer la nascente musica country ha avuto la possibilità di svilupparsi a partire dal territorio di origine.

Tra le 19 canzoni emersero in particolare quelle della famiglia Carter della Virginia e quelle di Jimmy Rodgers del Mississippi: i membri della famiglia Carter, Maybelle Carter, insieme alla sorella Sara Dougherty e al cognato Alvin Pleasant, introdussero una tecnica che nel tempo ha assunto il nome di “fingerstyle” o “fingerpicking”, cioè suonare contemporaneamente accompagnamento e melodia.

Jimmy Rodgers è considerato il padre del country perché ha definito le basi caratteristiche del genere, ad esempio gli “yodel” (i vocalizzi tipici della musica germanofona) e la chitarra hawaiana (che si suona con un cilindro di metallo passato sui tasti). “T for Texas” è una delle sue opere più riuscite, registrata proprio nello studio a Bristol.

Molti musicisti afroamericani hanno contribuito alla nascita del country, tra cui Lead Belly, il quale rese famosa la canzone “In The Pines”, rifatta dai Nirvana nella loro “Where Did You Sleep Last Night”.

La formazione di Cramer ha aperto la strada a diverse cantanti del genere, ad esempio Loretta Lynn, Dolly Parton e June Carter Cash, figlia di Maybelle della Carter Family e moglie di Johnny Cash.

Le caratteristiche del Country

La musica country fa affidamento sulle “string band”, cioè i complessi musicali in cui gli strumenti principali che vengono utilizzati sono a corda, come la chitarra, il banjo ed il violino. 

Un accompagnamento importante, da non dare per scontato, è sicuramente il ballo con le danze in linea, cioè in coppia, tipico della musica country. Negli USA ha spopolato il two steps, con passi lento-lento-lento, veloce-veloce-veloce, girando attorno alla sala da ballo con movimenti antiorari.

Il significato dei testi rimanda, al di là dell’amore, anche ad atmosfere amichevoli e vicine alla quotidianità americana, ancora oggi attuale come le feste organizzate all’aperto, all’insegna del ballo e del cibo, barbecue, pesca e birra. Ci sono anche canzoni che sottolineano l’amore per la patria o raccontano storie di soldati che partono per la guerra.

 

“The Legend corner” in Nashville.

Un genere che non tramonta mai

Al contrario di quanto si possa pensare, il country non è un genere che l’America si è lasciata alle spalle, anzi, molti artisti hanno deciso di riproporre quel ritmo instancabile o di adattarlo su basi contemporanee più moderne.

Un esempio è la famosa “Old Town Road”, canzone scritta dal  rapper 19enne Lil Nas X e cantata insieme al famoso Billy Ray Cyrus, padre di Miley Cyrus; questa canzone, con i suoi 14 dischi di platino, è stata la più certificata nella storia dell’ RIAA, l’associazione Americana dell’ Industria Discografica.

Inizialmente contenuto virale sui social network, l’arrangiamento musicale presenta un mix interessante di hip hop, quasi trap nell’accompagnamento, fino alla strofa che rimanda al rap melodico, ma a rendere particolare la canzone sono proprio quegli elementi insoliti accorpati a questi generi, come i riferimenti western o l’accompagnamento del banjo nella base.

Questa canzone è la recente dimostrazione di quanto la musica possa attraversare i secoli e la storia senza mai estinguersi, dando vita a simbiosi interessanti e rendendo impossibile definire una produzione musicale in un unico genere.

Miley Cyrus, nel 2012 ha inciso Jolene, una cover di un pezzo country molto famoso cantato da Dolly Parton, di cui era stata realizzata precedentemente un’altra cover nel 2004 dal gruppo rock statunitense The White Strips.

Altri artisti contemporanei conosciuti per il genere sono Tim Mc Graw, Brad Paisley, Keith Urban, Luke Bryan, Carrie Underwood, Kacey Musgraves, Miranda Lambert, Blake Shelton, Eric Church e il nuovissimo Luke Combs e anche la giovanissima Taylor Swift, molto conosciuta anche in Italia e influenzata da molti  artisti country degli anni novanta tra cui Shaina Twain e Dolly Parton.

Se siete amanti del genere e vi trovate in America, sicuramente potreste fare un salto a Nashville, patria del country!

In quasi tutti i locali ci sono spettacoli dal vivo e spesso si è invitati anche a ballare per accompagnare la musica, e se siete fortunati potrebbe capitarvi di incontrare i famosi musicisti del genere, in quanto sono anche i proprietari dei locali.

X