Brooklyn, cosa vedere

Brooklyn, New York

Scrivi un commento per primo / di Francesca Mereu / aggiornato: 8 Maggio 2019

 

Si dice New York sia una città dalle molte anime: quando sarete lì, scoprirete che è vero e cercherete di captarne quante più possibile!

Oltre a Manhattan, che di sicuro visiterete, uno dei distretti da non perdere è quello di Brooklyn. È il più popoloso della Grande Mela – oltre due milioni e mezzo di residenti – e fino al 1898 è stato una città indipendente.

Vi piacerà, e non solo per il suo famoso ponte e le altre attrazioni. In tanti, infatti, sostengono che qui si trovi la vera anima di New York. Conviene quindi andare a controllare.

Dove si trova

Brooklyn si trova sul lato ovest dell’Isola di Long Island. Confina con il distretto del Queens, a nord est, ed è separato da Manhattan dall’East River.

L’anima di Brooklyn

In questo distretto non vedrete attrazioni appariscenti come quelle – più famose – di Manhattan.

Meno luci e grattacieli, quindi, eppure qui si trova una New York dall’identità forte, multiculturale e accogliente, creatasi nel corso degli anni.

Questo spiega anche perché gli artisti e i personaggi dello spettacolo che hanno vissuto a Brooklyn sono rimasti così legati alla zona. Qualche nome: Walt Whitman, Truman Capote, Arthur Miller, Bob Dylan.

Brooklyn è quindi un luogo a misura d’uomo, con ritmi di vita più rilassati e un’autenticità che riesce a conquistare anche chi visita New York per la prima volta (e che di Brooklyn conosceva solo il ponte!).

Qui amano vivere tante celebrità, da Matt Damon a Olivia Wilde, newyorkesi “vecchi” e anche nuovi: oltre un terzo dei residenti è nato all’estero.

Ciliegina sulla torta: Brooklyn è diventata anche una piacevole zona di ritrovo serale grazie ai suoi numerosi ristoranti e locali.

Cosa vedere

Esplorando Brooklyn si può cogliere il suo carattere improntato al melting pot, ma non solo.

In questo distretto ci sono infatti tante cose da vedere: il ponte, il grande luna park, la spiaggia, parchi verdi, giardini botanici, zoo, musei e quartieri così interessanti da rappresentare essi stessi delle attrazioni.

Andiamo a fare un giro insieme!

Il ponte di Brooklyn

Il Ponte di Brooklyn è un must durante un viaggio a New York

Il primo nome dell’elenco non poteva che essere il suo.

Il Brooklyn Bridge, leggendario ponte sospeso in acciaio (quello della gomma) è infatti l’attrazione più amata di Brooklyn: potete attraversarlo con una maxi-passeggiata a piedi oppure in bicicletta.

Ponte di BrooklynTutte le info

Coney Island con il suo Luna Park e la spiaggia

Coney Island, New York
Coney Island, New York

Viaggiate con i bambini? Nella bella stagione, con la scusa di accompagnarli al Luna Park vi divertirete anche voi!

Questa meta per lo svago, perfetta per trascorrere una giornata piacevole, esiste dal 1895 e si trova nel quartiere residenziale di Coney Island.

Potrete inoltre cogliere l’occasione per trascorrere qualche ora anche nella spiaggia di Coney Island, lunga 5 km e attrezzatissima per quanto riguarda le attività ricreative e la ristorazione.

Coney IslandTutte le info

Il Brooklyn Museum of Art

Uno dei più grandi e antichi musei di tutti gli USA, ospitato in un grande edificio in stile Beaux-Arts.

Propone esposizioni permanenti e temporanee di opere provenienti da tutto il mondo, in linea con lo spirito multiculturale di Brooklyn.

Si spazia dall’antica civiltà egiziana (la cui sezione è talmente ricca da poter competere con l’esposizione del British Museum di Londra e del Cairo), alle opere d’arte contemporanea.

Prospect Park, con il giardino botanico, lo zoo e le altre attrazioni.

Un antico parco ideato dagli stessi progettisti del famosissimo Central Park di Manhattan: Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux.

In questa riserva naturale di 237 ettari ci sono tantissimi punti di interesse; vi indichiamo i più importanti.

Brooklyn Botanic Garden

Questo giardino botanico di 21 ettari esiste dal 1910 e comprende tanti “giardini nel giardino”. Preparatevi ad ammirare piante magnifiche come rose, magnolie, peonie, orchidee e ancora piante acquatiche, rocciose, desertiche, ciliegi, erbe officinali, bonsai.

In tutte le stagioni, qualcosa di fiorito c’è!

Chi viaggia ad aprile, in particolare, è fortunatissimo: potrà infatti assistere alla fioritura dei ciliegi nel giardino giapponese, il Japanese Hill-and-Pond Garden.

Prospect Park Zoo

Questo zoo ospita circa 400 animali, tra i quali ci sono canguri, panda, foche simpaticissime e pavoni che passeggiano liberi dandosi molte arie.

In orari i prestabiliti si può dare da mangiare a caprette, pecore e alpaca.

La Giostra Carousel

Anche i bambini di oggi cederanno al fascino di questa antica giostra con 53 figure, realizzata nel 1912 e restaurata nel 1990. Gli animali sono soprattutto cavalli ma anche orsi, leoni, draghi, giraffe e cervi.

Lefferts Historic House

Si tratta di una residenza costruita da una famiglia olandese nel 18° secolo (in quel periodo, non c’era ancora il parco, bensì un villaggio agricolo).

Oggi è diventata un museo della vita familiare a Brooklyn con un interessante programma.

In particolare, durante la stagione fredda vengono riproposte le stesse attività che svolgevano nello stesso periodo le famiglie di Brooklyn del passato, dai giochi alla fabbricazione di candele e di trapunte.

Williamsburg

Subito dopo il Manhattan Bridge si trova questo quartiere, uno dei più trendy di Brooklyn.

Stravagante, hipster, popolato da artisti e abbellito da murales. Un luogo che ha saputo dire “no” a qualunque conformismo da grande metropoli.

Qui troverete tanti ristoranti, locali, club con musica dal vivo (per chi ama la vita notturna), ma anche supermercati biologici, negozi di libri dai quali non si vorrebbe mai uscire, botteghe di artigiani e mercatini delle pulci.

Brooklyn Heights

Brooklyn Heights Promenade
La vista dalla Brooklyn Heights Promenade

Grazie alla vicinanza con il ponte, è uno dei quartieri più noti.

Si trova di fronte a Lower Manhattan e la sua passeggiata, la Promenade che si sviluppa lungo l’East River, offre panorami indimenticabili.

Molto apprezzato anche come zona residenziale, per i suoi bellissimi edifici di mattoni rossi, i viali alberati e l’atmosfera rilassata, questo quartiere è uno dei più costosi di Brooklyn. Tra le sue attrazioni, la chiesa Plymouth Church of Pilgrims e tanti edifici storici del 1800.

Chi ha amato il film “Colazione da Tiffany” con Audrey Hepburn (e la relativa gioielleria!), dovrebbe andare a dare un’occhiata a Willow Street.

In questa strada, infatti, al numero 70 c’è l’abitazione dove Truman Capote, autore del romanzo dal quale è stata tratta la pellicola, scrisse il libro.

È la casa di colore giallo (in azzurro Tiffany sarebbe stata ancora più riconoscibile).

Una curiosità: a Brooklyn Heights si trovava anche la casa della famiglia Robinson, quella del famoso telefilm.

Brooklyn HeightsTutte le info

Downtown Brooklyn

Quartiere di affari e shopping vivace e attivo, ben servito dai mezzi pubblici, è costellato di centri commerciali, negozi, uffici, edifici direzionali, università.

Qui si trova il museo dei trasporti New York Transit Museum. Si trova all’indirizzo 99 Schermerhorn Street, in una vecchia stazione della metropolitana.

Il museo conserva anche mezzi di trasporto del passato completamente restaurati: qualcuno è dei primi del ‘900.

DUMBO (Down Under the Manhattan Bridge Overpass)

Ponte di Brooklyn visto da Dumbo
Ponte di Brooklyn e skyline di Manhattan

Questo quartiere assolutamente di tendenza offre l’atmosfera d’altri tempi delle città industriali, con le stradine acciottolate.

I suoi edifici, nati come fonderie, magazzini, zuccherifici, nel tempo sono diventati abitazioni di artisti e luoghi d’arte come teatri, gallerie e spazi fotografici.

Il quartiere è anche terreno di battaglie tra writers armati di bombolette, come noterete osservando i suoi muri.

Se seguite con curiosità l’attività di Banksy, artista inglese esponente della Street Art la cui identità è sconosciuta, sappiate che ha lasciato il segno anche a DUMBO.

Se non riuscirete a trovare la sua opera, potrete consolarvi andando a vedere la storica giostra di cavalli Jane’s Carousel, risalente agli anni ’20 e tuttora funzionante: anche quella è un’opera d’arte.

Si trova nel Brooklyn Bridge Park e potete salire (sì, persino se non viaggiate con i bambini!) anche se il tempo non è bello, perché la giostra è contenuta in una struttura in vetro realizzata ad hoc.

DUMBOTutte le info

Bushwick

Questo è un ex quartiere degradato, oggi vivace culla della creatività anche grazie allo spostamento di una parte degli artisti di Williamsburg (che oggi è diventato più costoso).

Qui potrete ammirare opere della Street Art, cogliere nuove tendenze musicali e mangiare davvero bene in uno dei ristoranti di tendenza della zona.

Se volete diventare esperti della Street Art del quartiere, considerate questo tour in compagnia di un artista-guida.

Boerum Hill + Cobble Hille + Carroll Gardens = BoCoCa

La zona di questi tre quartieri è piacevole: qui si trovano vecchi negozi, librerie e punti di ristoro da buongustai.

Riepilogando, le cose da vedere a Brooklyn non mancano!

Considerate che l’accesso a diverse attrazioni (per esempio, ingresso al Brooklyn Museum, noleggio bici per il ponte, tour guidati a piedi) è incluso nei pass per New York.

Dormire a Brooklyn

Il borough di Brooklyn può essere una zona comoda in cui alloggiare.

Pro:

  • Buoni collegamenti con gli altri distretti
  • Prezzi mediamente più bassi rispetto a Manhattan (fa eccezione il quartiere di Brooklyn Heights e le zone limitrofe)
  • Fascino della zona!

Contro:

  • I quartieri troppo distanti da Manhattan sono ben collegati, ma i tragitti in metropolitana durano di più e rischiano di rubare tempo prezioso alla visita della città. Meglio, quindi, preferire l’alloggio nelle zone più vicine a Manhattan.

I quartieri migliori per dormire a Brooklyn secondo noi sono Downtown Brooklyn, Williamsburg e DUMBO.

Hotel consigliati a Brooklyn su Booking.com

Dove mangiare

Brooklyn è grande, e nei suoi numerosi quartieri l’offerta per commettere peccati di gola è vasta!

Vi indichiamo quindi soltanto qualche nome “a campione”, con il preciso intento di farvi venire l’acquolina in bocca (poi fateci sapere se ci siamo riusciti).

Peter Luger Steak House. Una famosa bisteccheria pluripremiata, nel quartiere di Williamsburg. Gusterete ottima carne in un ambiente molto affollato! Questo ristorante è stato fondato nel 1887 come “Carl Luger’s Café, Billiards and Bowling Alley”, quando il quartiere era prevalentemente popolato da tedeschi.
Indirizzo: 178 Broadway.

Crif Dogs. Il regno degli hot dog, dai più classici alle versioni più fantasiose.
Indirizzo: 555 Driggs Avenue.

Brooklyn Brewery. Una tappa immancabile per gli amanti della birra (ogni anno, organizza anche il suo Oktoberfest).
Indirizzo: 79 N 11th Street.

Luke’s Lobster Brooklyn Bridge Park. Da non perdere! In questo “chiosco vista ponte”, che ha alcuni tavolini all’interno e alcuni all’esterno, si possono gustare ottimi panini farciti con aragosta, gamberetti, maxi-chele di granchio. Si trova a DUMBO.
Indirizzo: 11 Water Street.

Gentleman Farmer-Fort Greene. Perfetto per il brunch, grazie alle numerose opzioni che accontentano tutti! Dalla zuppa di cipolle al polpo, dal salmone alla carne (anche di bisonte). Indirizzo:
378 Myrtle Avenue.

The River Café. Questo ristorante nel quartiere di DUMBO è elegante e romantico. Propone piatti preparati con cura serviti da camerieri professionali. In più, regala una vista mozzafiato sullo skyline di Manhattan e sul ponte di Brooklyn. Come avrete già capito, non è economico.
Indirizzo. 1 Water Street.

Se l’imbarazzo della scelta vi mette in difficoltà, intanto potreste optare per questo tour che propone un interessante mix di degustazioni e cultura a Brooklyn. Tra i vari assaggi, non mancherà una bella fetta di pizza napoletana.

Se preferite un tour ancora più focalizzato sugli aspetti gastronomici, considerate questo!

Shopping a Brooklyn

Brooklyn è un distretto famoso anche per lo shopping: si va dall’abbigliamento delle grandi catene a quello degli stilisti locali, dal cioccolato ai pezzi vintage!

Insomma, passeggiando per le vie di Brooklyn difficilmente resisterete alla tentazione di fare un po’ di acquisti.

Cercate negozi raffinati uno dietro l’altro? Montague Street a Brooklyn Heights non vi deluderà (tra un acquisto e l’altro, date un’occhiata anche i suoi ristoranti)!

A Downtown Brooklyn si trovano diverse catene di negozi, abbastanza convenienti, lungo la via pedonale Fulton Street.

Ottimo per lo shopping è anche il quartiere residenziale di Park Slope, che vi piacerà anche per i suoi viali alberati e le case di mattoni.
Nella sua Fifth Avenue troverete e abbigliamento vintage e creazioni degli stilisti del luogo.

A BoCoCa, la via dello shopping è shopping è Atlantic Avenue.

Infine, ci sono i mercatini delle pulci, per uno shopping divertente e conveniente! Potete andare ai Brooklyn Flea di Williamsburg o a DUMBO (qui trovate maggiori informazioni).

Ma avevamo parlato di cioccolato? Sì, perché a Brooklyn ci sono alcune tra le cioccolaterie artigianali migliori degli Stati Uniti. Potete per esempio fare shopping all’insegna della dolcezza nel raffinatissimo Mast (111 North 3rd Street) oppure da Raaka Chocolate (64 Seabring Street).

Cenni storici

Il nome del distretto deriva da quello di una città olandese, Breucklen.
Infatti, i primi coloni europei che arrivarono nell’estremità occidentale di Long Island (all’epoca abitata dagli indiani Lenape), furono proprio gli olandesi, nel 1619.

Soltanto un secolo più tardi, però, la zona cominciò a dotarsi di una certa organizzazione.
Lo sviluppo vero e proprio cominciò nella metà del 19° secolo, grazie alla realizzazione di cantieri navali e complice la vicinanza con New York. Pian piano, Brooklyn inglobò gli altri centri della contea.

Nel 1883 venne finalmente realizzato il ponte di Brooklyn, che rese ancora più semplici e veloci i collegamenti con Manhattan, e nel 1898 Brooklyn venne unita a New York.


Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

I più prenotati di New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.