Balboa Park, San Diego

balboa-park

Chi si trova in vacanza a San Diego non può fare a meno di visitare Balboa Park. Si tratta di un immenso parco cittadino che rappresenta uno dei polmoni verdi più imponenti degli Stati Uniti.

Non è però soltanto una riserva naturale di rara bellezza, poiché ospita musei, giardini botanici e lo splendido zoo di San Diego. Insomma, è un posto che vi consente di vivere un’esperienza a 360° ed è l’ideale per grandi e piccini.

Balboa Park è una tappa obbligatoria per coloro che vogliono esplorare le bellezze della città californiana. Venite con noi a scoprire le meraviglie del parco, come raggiungerlo e quali tour e pass si possono acquistare per una visita esaustiva.

Qualche curiosità su Balboa Park

Balboa Park sorge nell’area nord-orientale di San Diego ed è una delle principali attrazioni locali. È uno dei più antichi parchi pubblici americani ed è diventato ufficialmente un parco cittadino nel 1868.

Al suo interno sono presenti verdeggianti giardini con rare specie botaniche, musei e soprattutto lo zoo di san Diego, uno dei più rinomati del Paese e del mondo. Non mancano poi strutture per l’intrattenimento, così come ristoranti e gift-shop.

Balboa Park si estende su una superficie di quasi 500 ettari e per questo motivo ci potrebbero volere un paio di giorni per esplorarlo tutto. Il suo nome proviene dall’esploratore spagnolo Vasco Núñez de Balboa.

Diventato una riserva naturale nel 1835, nel 1915-1916 viene scelto per la Panama-California Expositionche festeggiava l’apertura del Canale di Panama e nel 1935 è stato scelto come sede per la California Pacific International Exposition.

Durante gli anni della Prima e della Seconda Guerra Mondiale, il parco diventa un campo addestramento ed accoglie anche il Naval Medical Center di San Diego. Tra gli Anni Cinquanta e Sessanta ci sono state diverse ristrutturazioni e nel tempo sono stati aggiunti nuovi musei.

Balboa Park nei decenni ha visto svolgersi moltissimi eventi nazionali ed internazionali ed ancora oggi è un luogo di ritrovo per manifestazioni di vario genere.

Quali cose vedere a Balboa Park?

balboa-park-giardino-botanico

Come detto, Balboa Park è molto grande e vi offre una lunga serie di attrazioni di tipologia differente. Di certo non vi annoierete!

Il parco è attraversato da Park Boulevard. La zona ad est del viale è dedicata ai campi da golf e alle aree per lo sport e attività ricreative. L’area ovest, invece, è molto più interessante per i turisti ed è a sua volta divisa in due dalla via pedonale El Prado, sulla quale si affacciano alcune delle migliori attrazioni.

L’accesso a Balboa Park è gratuito, mentre alcuni musei e punti d’interesse sono a pagamento. Dunque, se avete intenzione di esplorare tutto o quasi, è preferibile acquistare un pass giornaliero.

Andiamo quindi a vedere quali sono le principali cose da vedere per vivere una giornata all’insegna del relax e del divertimento.

I Musei di Balboa Park

Dentro Balboa Park vi capiterà di osservare moltissimi edifici che accolgono principalmente sale espositive e musei che si differenziano per tematiche e contenuti. Questi palazzi non sono stati costruiti contemporaneamente, ma sono stati eretti in vari momenti.

Con rare eccezioni, gli stili architettonici scelti sono essenzialmente quello coloniale e quello spagnolo che si ispira ai palazzi dell’Andalusia.

Casa de Balboa e House of Hospitality

Entrambi in stile spagnolo rinascimentale, i due edifici hanno un aspetto molto caratteristico e di certo non passano inosservati.

All’interno dell’House of Hospitality c’è un ristorante e il Visitor Center, dove potrete avere mappe e informazioni sul parco ed acquistare souvenir. Da qui partono anche i tour guidati gratuiti settimanali.

La Casa de Balboa veniva utilizzato dalla Marina come ospedale durante le due guerre mondiali ed oggi include ben 3 musei:

  • Museum of Photographic Arts: è dedicato alla fotografia contemporanea ed è sede di festival del cinema e della fotografia.
  • History Center Museum: questa galleria racconta la storia di San Diego tramite una raccolta di fotografie ed oggetti storici. Non c’è biglietto di ingresso e potete fare una donazione di 5 dollari.
  • Model Railroad Museum: questo è il museo imperdibile per tutti gli appassionati di trenini e ferrovie. Non a caso troverete un’esposizione di treni in miniatura ed una libreria con testi sul mondo della ferrovia.

Casa del Prado

Sempre lungo la via El Prado c’è Casa del Prado che spicca per la sua affascinante architettura in stile spagnolo coloniale.

È stata costruita nel 1915 per l’Esposizione Panama-California ed è usata più che altro per ospitare organizzazioni artistiche come la San Diego Botanical Garden Foundation and Library e l’Orchestra sinfonica locale.

Inoltre, si organizzano incontri, eventi pubblici e privati di differente genere. Molto suggestivo è il suo cortile interno, spesso noleggiato per ricevimenti e matrimoni. Proprio dietro Casa del Prado c’è poi Casa del Prado Theatre, un teatro da oltre 600 posti che offre una ricca selezione di spettacoli.

San Diego Natural History Museum

Il museo di storia naturale è la tappa perfetta per le famiglie con al seguito bambini. Aperto dal 1874, è il più antico tra i musei della California.

Le sale interne sono ricche di fossili preistorici, ricostruzioni di dinosauri, piante ed insetti rari, il tutto raccontato in maniera interattiva o più statica. Oltre alle mostre permanenti, ci sono anche delle esposizioni su temi specifici che cambiano ogni anno.

San Diego Museum of Art

Questo è il più importante museo d’arte di Balboa Park. Potrete ammirare opere che vanno dall’arte asiatica fino all’espressionismo tedesco. Aperto nel 1928, viene fondato sull’onda delle celebrazioni per l’Esposizione Panama-California.

Ci sono molti capolavori di artisti italiani come Giotto, Beato Angelico, Giorgione, Canaletto e Tiepolo. Di grande interesse è la collezione dedicata all’arte asiatica e alla cultura africana e dei nativi americani.

San Diego Art Institute

Il San Diego Art Institute è un’organizzazione non profit istituita nel 1941 che espone principalmente le opere d’arte contemporanea di artisti proveniente dalla California del sud e dalla Baja Norte.

È ospitato in un magnifico palazzo denominato The House of Charm, edificato nel 1916 in pieno stile coloniale.

Timken Museum of Art.

Presso il Timken Museum of Arte è presente una vasta raccolta di arte pittorica europea ed americana, alla quale si aggiungono altre mostre temporanee che si svolgono durante l’anno.

Ci sono in tutto circa 60 opere, ma non ha niente da invidiare agli altri musei di Balboa Park. Tra queste c’è anche un’opera del maestro Rembrandt. L’ingresso è gratuito per tutti e sono disponibili visite guidate su prenotazione.

Mingei International Museum

Il Mingei International Museum espone più di 26.000 reperti che provengono da ogni angolo del globo e sono soprattutto oggetti di uso quotidiano. Si tratta, quindi, di un museo intitolato all’arte popolare.

I vari esemplari appartengono a svariate etnie ed epoche storiche, senza distinzioni. Infatti, lo scopo primario è di rendere omaggio all’arte del quotidiano per celebrare la bellezza degli oggetti di tutti i giorni, non soltanto la loro utilità.

Museum of us

È certamente il museo più stravagante di San Diego. Precedentemente noto come Museum of Man, è un’istituzione antropologica che racconta gli aspetti più inquietanti e macabri delle tribù del mondo.

Per esempio, ci sono manufatti facciali che raccontano degli atti di cannibalismo di epoca precolombiana ed altri reperti dei nativi americani e di provenienza maya ed egizia. Nelle vicinanze del museo si accedere anche alla California Tower, dalla cui sommità si gode una bella vista panoramica.

Reuben H. Fleet Science Center

Altro posto da ammirare in compagnia dei bambini è proprio il Reuben H. Fleet Science Center, galleria che vuole far conoscere il potere della scienza nell’influenzare il futuro. Ci sono mostre interattive molto carine che coinvolgono i visitatori.

Adiacente al museo c’è una sala cinema, dove si può letteralmente entrare in ciò che si sta guardando. Nel biglietto è inclusa la visione del film.

Automotive Museum e Air and Space Museum

L’Automotive Museum è imprescindibile per gli appassionati di automobilismo poiché vi sarà raccontata la storia dei mezzi di trasporto su ruote, dall’invenzione del motore fino ad oggi.

Le sale sono provviste di grandi display che proiettano le immagini e vengono sostituiti ogni 3 mesi per adattarsi ad epoche diverse. Se invece preferite sognare con le navicelle spaziali, vi consigliamo l’Air and Space Museum.

Le tematiche principali sono l’esplorazione dello spazio e l’aviazione. Si possono osservare capsule spaziali ed aerei, alcuni veri ed altri in forma di modellino. Vi troverete a guardare costantemente verso l’alto, vivendo un’esperienza sicuramente accattivante.

I giardini di Balboa Park

Se vi siete stancati dei tanti musei di Balboa Park, potete sempre decidere di dare un’occhiata ai suoi spettacolari giardini, ognuno con caratteristiche particolari ed uniche.

Avrete l’opportunità di vedere oltre 130 varietà di rose, vegetazione pluviale, specchi d’acqua e molto altro ancora. Vediamo quali sono quelli da non perdere.

Japanese Friendship Garden

È l’unico giardino a pagamento di Balboa Park ed è forse quello più bello ed affascinante. È stato aperto per suggellare il gemellaggio tra Yokohama e San Diego e si ha l’impressione di essere in un vero giardino giapponese.

Il viale principale passa attraverso le canne di bambù e costeggia due laghetti con carpe colorate. Alla fine del viottolo vi ritroverete nel Tea Pavillion, un ampio padiglione che vi offre l’opportunità di assaggiare differenti tipi di tè e piatti asiatici.

Botanical Building

Il Botanical Building è l’imponente serra che si può notare a ridosso del laghetto su El Prado ed è una delle zone più fotografate del parco.

Risalente al 1915, si compone di una struttura in vetro con listelli di legno ed è una delle serre più grandi del mondo. Dentro vi immergerete in una foresta pluviale, con più di 2.100 piante tropicali, orchidee e felci.

Alcazar Garden

L’Alcazar Garden trae ispirazione dai giardini del Castello dell’Alcazar di Siviglia ed esteticamente si colgono subito le somiglianze con i tipici giardini moreschi della Spagna.

Le aiuole, delimitate da basse siepi di bosso, hanno la funzione di accogliere oltre 7.000 piante stagionali. Le piccole stradine del giardino sono poi costellate di fontane con piastrelle verdi, gialle e azzurre.

Rose Garden e Cactus Garden

All’estremità finale di El Prado ci sono due giardini collegati tra di loro. Il Rose Garden è composto da aiuole profumate che mostrano decine di rose di ogni colore e varietà, mentre al centro c’è un piccolo padiglione coperto di glicini.

Il Cactus Garden è molto più esotico ed è uno dei più amati del parco. Percorrerete dei sentieri di sabbia che vi condurranno in un ambiente desertico e camminerete in mezzo a cactus e piante desertiche.

Altre attrazioni di Balboa Park

Quelle già citate sono le più importanti attrattive da vedere a Balboa Park. Se però avete parecchio tempo per girare il parco, vi consigliamo di dare uno sguardo ad altri edifici e luoghi di notevole bellezza che richiedono pochi minuti. Tra questi ci sono:

  • Spanish Village Art Center
  • Speckels Organ Pavillon.
  • Centro cultural de la Raza
  • Worldbeat Cultural Center
  • Veteran museum
  • Marston House Museum & Gardens
  • House of Pacific Relations

Lo zoo di San Diego

Prima di lasciare Balboa Park dovete assolutamente fermarvi allo zoo, situato nella zona nord del parco. La caratteristica più evidente è che non ci sono animali sofferenti in gabbia in quanto sono stati accuratamente ricreati i vari habitat naturali delle diverse specie.

Si potrà così osservare una fauna che gira libera in apposite aree che ne rendono il soggiorno più piacevole. Con i suoi oltre 4.000 animali e 40 ettari di superficie, lo zoo di San Diego è uno dei più imponenti a livello mondiale ed è uno dei pochi ad ospitare esemplari di panda gigante.

Per maggiori dettagli sullo zoo di San Diego vi rimandiamo al sito ufficiale, dove potrete ricevere tutte le informazioni necessarie per pianificare la vostra gita.

Dove si trova e come arrivare

Balboa Park è situato a nord dell’East Village e di Downtown e ad est rispetto all’aeroporto internazionale di San Diego. Lungo Park Boulevard si incontrano la maggior parte dei parcheggi interni, da cui potete dare il via alla vostra visita.

Essendo una delle più famose attrattive della località californiana, non ci saranno grosse difficoltà nel raggiungere il parco con l’automobile. Chi poi non vuole spostarsi con la macchina può comunque contare sui mezzi pubblici.

Basterà prendere l’autobus n.7 e scendere alla fermata Park Blvd & Village PI. In pochi minuti a piedi raggiungerete il centro informazioni.

Tour e pass per entrare

A cadenza settimanale sono disponibili due visite guidate gratuite che durano circa un’ora e partono dal Visitor Center. Qui sarete informati di ogni dettaglio e di eventuali ritardi o cambiamenti di orario.

Il martedì alle 11:00 il tour è svolto da un operatore del parco. Invece alle 11:00 della domenica sarà un ranger a farvi da guida. Per gli altri giorni della settimana c’è la possibilità di fare tour privati.

Per quanto riguarda i ticket d’ingresso, l’accesso a Balboa Park è gratuito. Dovrete però pagare il biglietto per quasi tutti i 16 musei.

Ad ogni modo, il parco ha messo a disposizione dei pass dedicati:

  • Pass giornaliero per 4 attrazioni: 56 dollari;
  • Pass giornaliero per tutte le attrazioni: 67 dollari;
  • Pass annuale: 129 dollari.

Per essere sempre aggiornati sui prezzi, è bene consultare la pagina ufficiale dedicata ai pass.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.