Come muoversi a San Francisco

Come muoversi a San Francisco

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 14 dicembre 2017

 

San Francisco è una bellissima città, che tutti sognano di poter visitare prima o poi. Ma è bene sapere come muoversi all’interno delle sue lunghe strade, dei suoi vicoli e delle sue salite e discese, dal momento che le possibilità sono davvero tante e basta scegliere quella che sia in grado di soddisfare al meglio le esigenze di ciascuno.

Muoversi con MUNI: il trasporto pubblico autofilotramviario

La sigla MUNI sta per San Francisco Municipal Railway, l’azienda cittadina che svolge il servizio di trasporto pubblico autofilotranviario nel territorio di San Francisco.

Si tratta di tutto l’insieme dei principali autobus, delle linee metropolitane e delle famose tranvie a trazione funicolare, le Cable Cars. Tutti gli autobus effettuano il servizio in superficie, mentre le metropolitane sfruttano delle corsie specifiche e talvolta anche sottoterra.

Le fermate degli autobus sono indicate in diversi modi, spesso particolari e caratteristici: si va da piccole pensiline a segnali gialli sui pali lungo le strade, a disegni e scritte in bianco per terra.

Le fermate della metro possono trovarsi in specifiche isole nel mezzo delle strade oppure nelle stazioni. Utilizzare le apposite mappe per trovare la metro più vicina, è sempre la scelta consigliabile. È possibile ottenere tutte le informazioni su questa tipologia di servizio collegandosi al sito 511.org; inoltre sono disponibili diverse applicazioni per smartphone che forniscono le principali mappe e i migliori itinerari della città.

Muoversi a San Francisco con le Cable Cars

Una volta giunti a San Francisco, bisogna provare almeno una volta lo storico mezzo di trasporto pubblico delle Cable Cars. Si tratta dell’unico sistema al mondo ancora funzionante attraverso l’antica tecnologia della movimentazione manuale dei veicoli.

In particolare, sono tre le linee operative che percorrono la città: Powell-Hyde, Powell-Mason e California Street.

Ora il sistema è gestito dalla stessa Muni. Benché utilizzato anche da pendolari per spostarsi attraverso le diverse aree, il suo ruolo principale è ormai quello di attrazione turistica: sono infatti diventati una vera e propria icona della città, da provare assolutamente su e giù per le ripide colline della città, senza badare troppo alle alte tariffe, all’irregolarità delle corse e alla lentezza dei veicoli. Forse non saranno il mezzo più comodo e conveniente, ma il divertimento è assicurato.

Gli autobus hop-on hop-off

Per chiunque desideri essere trasportato direttamente nei punti chiave della città e vedere così le principali attrazioni, senza doversi preoccupare di mappe o itinerari precedentemente stabiliti, è possibile scegliere di muoversi con i cosiddetti autobus hop-on hop-off, molto richiesti a San Francisco.

Sarà ad esempio possibile farsi portare ad ammirare la Transamerica Pyramid, per poi immergersi nell’affascinante storia della città e dei suoi siti d’interesse, come il Golden Gate Bridge e il Fisherman’s Wharf. Durante il tragitto, una guida in inglese fornirà tutte le informazioni turistiche del caso ed in più si potrà richiedere l’audioguida disponibile in 10 lingue diverse, tra cui l’italiano.

Taxi o Ride Sharing

Come nella maggior parte delle città americane, anche a San Francisco è molto comodo utilizzare il taxi per i propri spostamenti. L’importante è riconoscere i taxi autorizzati, che hanno degli specifici elementi di identificazione, come ad esempio la scritta “SAN FRANCISCO TAXICAB” sulla fiancata laterale. Inoltre, una volta all’interno del taxi sarà possibile leggere il numero ID del conducente, oltre a vedere esposto il certificato di guida sul cruscotto o attestazioni equivalenti.

È anche possibile optare per altri servizi, quali le macchine con conducenti di Uber e Lyft, che operano regolarmente a San Francisco. Per quanto riguarda le tariffe, con Uber generalmente il giro della città si può effettuare con una spesa entro i 15 euro: con il taxi bisogna considerare una cifra entro i 20 euro e più nello specifico sono previste tariffe di 3,50 dollari per i primi 300 metri e di 0,55 dollari per ogni tratta successiva da 300 metri.

San Francisco City Pass e corse illimitate

Se si trascorrono almeno 3 giorni a San Francisco, conviene di sicuro acquistare il San Francisco City Pass: si tratta di un pass che consente di utilizzare senza limiti tutte le corse offerte da Muni, dalle metro alle cable cars per 3 giorni (dal primo marzo, se lo acquistate entro il 28 febbraio avrete ancora quello per 7 giorni).

Può essere comodamente acquistato qui online, dove potrete leggere tutte le informazioni sul suo utilizzo.

Girare la città a piedi o in bicicletta

I più volenterosi e gli sportivi possono decidere di girare San Francisco a piedi, per sentirsi liberi di muoversi ovunque ed anche per risparmiare qualcosa: si tratta tuttavia di una scelta impegnativa, soprattutto considerando le salite e discese continue che caratterizzano la bella città, ma sicuramente sarà piacevole percorrere a piedi storici quartieri come North Beach, Chinatown e la Costa dei Barbari.

Un’alternativa interessante è rappresentata dalla bicicletta, per la quale lo stesso Muni prevede un servizio di noleggio. San Francisco è infatti una città che si presta assolutamente alle piste ciclabili, con le strade sicure e con diversi luoghi dove poter lasciare la bicicletta senza alcun pericolo. Esistono inoltre delle mappe con tutti i percorsi ciclabili a disposizione di chiunque desideri girare per la città in sella ad una bella bici.

Noleggio auto

Si può notare sin da subito che muoversi a San Francisco con una macchina non è la scelta migliore. Basti pensare a quanto sia difficoltoso riuscire a trovare un parcheggio, anche considerando le tariffe elevate dei posti a pagamento. Senza dubbio è meglio scegliere il trasporto pubblico, la condivisione dell’auto oppure un comodo taxi.

Vi consiglio di noleggiare un’auto solo in caso di un viaggio on the road e in tal caso si potrebbe prendere l’auto a noleggio l’ultimo giorno di visita a San Francisco, per poi raggiungere comodamente altri posti interessanti, come ad esempio Las Vegas, Los Angeles o il Parco nazionale Yosemite.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
 

I più prenotati di San Diego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.