san-francisco-twin-peaks

TuttoAmerica è un sito gratuito e costantemente aggiornato grazie al lavoro della nostra redazione.

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi:

  • acquistare attraverso il nostro sito. Ad es. se cerchi informazioni su dove dormire in una delle località USA, poi prenota su Booking tramite i link che trovi nell’articolo: a te non costa niente di più, per noi è tutto;
  • acquistare i pass attraverso il nostro portale
  • cliccare sui banner Google presenti nel sito web

San Francisco è una delle destinazioni più gettonate tra i turisti che visitano la West Coast. Ogni anno milioni di persone si trovano a camminare lungo i suoi famosi sali e scendi e per godere di un panorama da sogno non c’è niente di meglio di una passeggiata sulle Twin Peaks.

Si tratta di due collinette che offrono una vista a 360° sulla metropoli californiana, dalla cui sommità si può ammirare tutta la baia, inclusi il Golden Gate Bridge e la Coit Tower.

Forse non è una delle attrazioni più conosciute o pubblicizzate di San Francisco, ma merita assolutamente si essere visitata, anche solo per scattare dei selfie con un paesaggio incredibile alle proprie spalle. Ecco, quindi, come arrivare a Twin Peaks e quali cose ci sono da vedere.

Cosa sono le Twin Peaks

Twin Peaks sono due piccole colline altre all’incirca 280 metri sul livello del mare e sorgono nel centro geografico di San Francisco, da non confondere con Downtown, il centro cittadino.

Come suggerisce il nome, sono due colline gemelle che distano l’una dall’altra 200 metri e si chiamano Noe (a sud) ed Eureka (a nord). Si trovano non lontano dal quartiere Castro e sono poco più alte di Mount Davidson, il colle più alto della città.

Twin Peaks è anche il nome dell’omonimo quartiere residenziale ai piedi delle colline. La Twin Peaks Boulevard è la strada panoramica che vi consente di giungere in cima lungo un sentiero curvilineo.

Ai lati della strada che vi porterà sui due rilievi ci sono eleganti residenze e moderne ville a schiera molto colorate e vivaci. Nelle belle giornate di sole si può vedere San Francisco dall’alto in tutta la sua bellezza.

Data la loro posizione, le colline compongono quasi una barriera climatica. Il versante ovest è più frequentemente soggetto a nebbie e venti forti, mentre il lato est è generalmente più caldo e soleggiato.

Cosa vedere sulle Twin Peaks

san-francisco-twin-peaks-sunset

Dalla collina Eureka si ha una vista perfetta della zona di Dowtown e dello skyline di San Francisco. Si possono inoltre osservare sia il Golden Gate Bridge che tutta la baia su cui si affaccia la città.

Invece dalla collina Noe si ha una visuale migliore sui quartieri più residenziali. Vediamo quali sono le principali attrazioni da non perdere una volta arrivati sulle Twin Peaks.

Christmas Tree Point

Il Christmas Tree Point è il più importante punto panoramico sulle Twin Peaks ed è immediatamente adiacente al parcheggio principale. Nebbia permettendo, è possibile intravedere i più alti grattacieli di San Francisco e buona parte della baia, compreso il Golden Gate Bridge.

Da quest’area si può vedere anche la Van Ness Avenue, un’ampia arteria che si congiunge poi con la US Route 101. Oggi è una strada molto commerciale, sulla quale si affacciano grandi catene alberghiere.

Altra attrazione da poter ammirare è la Sutro Tower, un’antenna radio-televisiva alta quasi 300 metri. Costruita nel 1973, ha un aspetto molto futuristico e deve il suo nome a Adolph Sutro, ex sindaco di San Francisco.

Mount Sutro

In quanto colline urbanizzate, le Twin Peaks non offrono veri e propri sentieri da esplorare, ad eccezione di quelli di raccordo tra i punti di osservazione.

Se le due alture presentano un terreno piuttosto spoglio, il vicino Mount Sutro è ricoperto di una ricca foresta di eucalipti, dove la nebbia di San Francisco mantiene umido il microhabitat.

Mount Sutro è una specie di piccola oasi, lontana dal caos cittadino, all’interno della quale si può passeggiare in tranquillità all’ombra di una fresca vegetazione.

Gran parte della Mount Sutro Open Space Reserve appartiene alla University of California che consente di visitarla gratis passeggiando lungo una serie di sentieri. Tra questi troverete il Twin Peaks and Mount Sutro Loop, un percorso di 8 chilometri che vi permette di salire su entrambi i rilievi.

Se decidete di iniziare la passeggiata dal parcheggio delle Twin Peaks, dovete scendere da una delle due colline e seguire un sentiero che attraversa le aree verdi vicino le strade del quartiere, prima di salire sul Mount Sutro grazie all’Historic Trail, percorso che vi offre una bellissima vista panoramica.

Come arrivare sulle Twin Peaks

Le Twin Peaks possono essere raggiunte sia con l’auto che con i mezzi pubblici. Se avete noleggiato una macchina, sarà sufficiente impostare il navigatore, inserendo come indirizzo 501 Twin Peaks Boulevard.

Dovrete quindi percorrere Market Street andando verso ovest e proseguire poi su Portola Drive per 4 chilometri. Infine, imboccate Twin Peaks Boulevard seguendo le insegne verdi. Vi troverete nel parcheggio delle Twin Peaks.

Coloro che invece si muovono con i mezzi pubblici dovranno fare un po’ più di fatica in quanto gli autobus arrivano alle pendici delle colline. Dunque, dovrete salire a piedi.

Il quartiere più vicino è Castro, che potete raggiungere con le linee L o M della Muni Metro. Da qui potete prendere la linea 37 Corbett dei bus Muni in Castro Street e scendere successivamente alla fermata Burnett Avenue & Crestline Drive.

Questa stessa linea attraversa anche il quartiere Haight-Ashbury e volendo, è possibile prendere l’autobus alle fermate in Market Street.

Infine, chi non ha l’auto e non vuole usare i mezzi pubblici può sempre optare per il taxi. Partendo da una zona centrale come Union Square, la corsa vi costerà circa 20 dollari.