Feste negli Usa

Feste negli Stati Uniti

18 commenti / di Carlo Galici / aggiornato: 9 gennaio 2018

 
34 Condivisioni

Gennaio

1 gennaio, Capodanno

Il primo di gennaio, si festeggia il Capodanno (New Year Day), dove le famiglie festeggiano in casa con grandi feste e brindisi; sono soprattutto i giovani che fanno le ore piccole per festeggiare con gli amici.

Gli americani attendono questa giornata per celebrare l’inizio dell’anno a casa con i parenti e gli amici intimi. A New York si festeggia in modo un po’ meno intimo, dato che l’appuntamento è a Times Square dove si ritrovano più di un milione di persone.

Terzo lunedì di gennaio, Martin Luther King’s Day

Il 15 gennaio 2018 si celebra il Martin Luther King’s Day, che tanto diede nella lotta per i diritti civili degli afroamericani e che morì assassinato il 4 aprile del 1968.

6 gennaio, Carnevale di New Orleans

A gennaio inizia anche il Carnevale di New Orleans che inizia il 6 gennaio e termina il Martedì Grasso, l’unico giorno in cui ci si maschera e si sfila per le strade.

Febbraio

2 febbraio, Groundhog Day

Il 2 febbraio si celebra, soprattutto in Pennsylvania, il Groundhog Day, vale a dire la Giornata della Marmotta, resa celebre dal film Ricomincio da capo.

12 febbraio, Lincoln’s Birthday

Il 12 febbraio si festeggia il compleanno di Lincoln, in memoria del Presidente Lincoln.

San Valentino

Il 14 febbraio, come da noi, si celebra la festa degli innamorati, St.Valentine’s Day.

Carnevale

A febbraio c’è anche il Carnevale, con la giornata culmine del Martedì Grasso; la sfilata più famosa è certamente quella di New Orleans. Nel 2018 il Martedì Grasso, o Mardì Gràs sarà il 13 febbraio.

Date le numerose Chinatown che si trovano nelle città americane, è d’obbligo elencare anche il Capodanno cinese, che si celebra con feste, sfilate e fuochi d’artificio, in una data diversa ogni anno tra gennaio e febbraio, nel 2018 sarà il 16 febbraio.

Washington’s Birthday

Il terzo lunedì di febbraio (19 febbraio 2018) si ricorda un altro Presidente con la festa del Washington’s Birthday, conosciuta anche come President’s Day.

Marzo

17 marzo, San Patrizio

Il 17 marzo c’è la festa di San Patrizio (St. Patrick’s Day), patrono d’Irlanda che si festeggia sulla Fifth Avenue di New York.

25 marzo, Indipendenza greca

Il 25 la festa invece è dei greci, che commemorano la loro indipendenza sempre sulla Fifth Avenue di New York con sfilate e balli tipici greci (il Sirtaki).

Aprile

Pasqua

La Pasqua (Easter Day) si festeggia nello stesso nostro giorno, nel 2018 sarà il primo aprile.

Negli Stati Uniti le processioni sono sostitute da sfilate. La sfilata più importante, neanche a dirlo, è sulla Fifth Avenue di New York con partenza dalla cattedrale di San Patrizio.

Maggio

Memorial Day

L’ultimo lunedì (28 maggio 2018) si osserva il Memorial Day, un giorno per commemorare tutti gli americani caduti nelle guerre.

Inizialmente nato per onorare i soldati caduti dell’Unione durante la Guerra Civile, dopo la Prima Guerra Mondiale è stata estesa.

Festa della mamma

La seconda domenica di Maggio (13 maggio 2018) è la Festa della Mamma.

Giugno

Il mese del Jazz

A New York da inizio del mese si celebra il mese del jazz. Il Newport Jazz Festival include una serie di concerti per le strade e teatri della città, con molti cantanti nella zona del Rockefeller Center.

Central Park è il luogo giusto per gli amanti della musica classica, dove la Metropolitan Opera Company, esegue le opere dei grandi classici.

14 giugno, Flag Day

Il 14 giugno si festeggia il Flag Day, il Giorno della bandiera per ricordare che in quella data nel 1777, grazie ad una risoluzione del Secondo Congresso Continentale, fu adottata la bandiera. Non è una festa federale, solo la Pennsylvania l’ha adottata come festa statale.

Father’s Day

La terza domenica di giugno, invece, è il Father’s Day, che corrisponde alla nostra Festa del Papà. Un modo di festeggiare questo giorno negli Stati Uniti, include regalare cioccolata, fiori, cravatte, o viziare il proprio papà portandogli la colazione a letto.

Luglio

4 luglio, festa dell’indipendenza

Il 4 luglio si celebra una delle due feste più importanti e sentite per gli americani: la Festa dell’Indipendenza, per commemorare l’adozione della Dichiarazione d’indipendenza dalla Gran Bretagna.

Tutte le vie delle città, tutto il Paese si veste (ancora di più!) con i colori della bandiera americana; grandi sfilate celebrano questo giorno, per finire il tutto con eccezionali fuochi d’artificio.

Agosto

In agosto è possibile assistere a numerosi concerti all’aperto con la New York Philarmonic a Central Park o il Washington Square Music Festival. Sempre ad agosto e sempre a New York si tiene il Greenwich Village Jazz Festival, mentre a New York c’è La Fete, un delizioso festival di gastronomia.

Settembre

Prima domenica, carnevale caraibico

A Brooklyn, la prima domenica di settembre i suoi abitanti vanno in strada per godere di un divertente carnevale caraibico.

Primo lunedì, Labor Day

Il 3 settembre 2018 si celebra la Festa del Lavoro, Labor Day, con una sfilata lungo la Fifth Avenue a New York.

11 settembre (9/11 o Nine Eleven)

Anniversario dell’attacco terroristico avvenuto l’11 settembre 2001. È riconosciuto dal governo americano come il giorno ufficiale della memoria di questo tragico evento. Ogni anno in questo giorno, le bandiere vengono issate a metà per onorare e commemorare le persone che persero la vita nell’attentato.

Il Presidente Usa chiede inoltre ai cittadini americani di osservare un minuto di silenzio alle 8:46, ora del primo impatto aereo contro la torre nord del World Trade Center.

San Gennaro

Durante la seconda parte di settembre nelle Little Italy delle città americane si celebra la festa di San Gennaro con tanto cibo e divertimenti.

Ottobre

Secondo lunedì, Columbus Day

L’8 ottobre 2018 si festeggia il Columbus Day, per ricordare la scoperta dell’America avvenuta il 12 ottobre 1492. Per gli italo-americani è qualcosa di più, è la giornata dell’orgoglio italo-americano.

31 ottobre, Halloween

Il 31 ottobre c’è Halloween, una festa ormai diventata popolare anche in Italia e in molti altri Paesi del mondo. I bambini mascherati vanno in giro chiedendo dolcetto o scherzetto (Trick-or-treating).

Novembre

11 novembre, Veteran’s Day

Durante il Veteran’s Day si rende onore ai militari veterani.

Quarto giovedì, Festa del Ringraziamento

Il quarto giovedì del mese (22 novembre 2018) c’è la Festa del Ringraziamento, (Thanksgiving Day), la festa più importante dopo il 4 luglio.

Pur non essendo una festa ufficiale, il giorno dopo il Ringraziamento viene chiamato Black Friday (venerdì nero): è l’inizio ufficiale del tradizionale shopping natalizio, dove molti impiegati – eccezion fatta per quelli dei negozi e delle banche – ricevono il giorno libero per far aumentare il numero potenziale degli acquirenti.

Molti negozi aprono molto presto (anche alle 5 del mattino) e offrono forti sconti sulla merce. Il nome venerdì nero, che rimanda a qualcosa di negativo, ha avuto origine a Philadelphia ed era riferito al forte traffico di quel giorno.

Dicembre

25 dicembre, Natale

Il 25 dicembre si festeggia, come qui d’altronde, il Natale (Christmas Day).

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (40 voti, media: 4,10 su 5)
Loading...
 

18 commenti su “Feste negli Stati Uniti”

  1. Ho da poco sposato un americano che ama il mio Paese la France , scusate se faccio errori in lingua italiana,
    avremo un scambio di culture anche se lui conosce la mia nazione più di quanto io conosco la sua , sarà carino imparare usi e feste a parte le feste conosciute nel mondo
    Vivremo tra USA e France e spero amare gli USA come voi
    mandate delle foto ma foto da dove siete stati ( non immagini cartolina) per mail
    io vivro tra Utah et New york per il lavoro di mio marito e France
    Se vi va inviare foto scriverò qui scriverò la mia mail

  2. Ho passato le vacanze negli Usa e in Canada per ben 10 volte. Calcolo di aver percorso quasi 50.000 km in auto. Amo l’America, quello che rappresenta nel cinema, nella musica e nella letteratura moderna e dopo averci trascorso circa 200 giorni posso dire che ho finito per amarne anche altri aspetti. La cortesia delle persone (NY a parte) il cibo (ebbene si…sono un fan delle catene di family restaurant tipo Applebee’s, Denny’s, Perkins ma adoro anche Starbucks e Dunkin Donuts) e più di tutto ne amo il senso di libertà che mi fa provare ogni volta che percorro una highway deserta. Mi sembra di volare. Quando io e mia moglie sentiamo “Don’t Stop Believin” dei Journey, una canzone che associamo ad un tratto della US50 in Nevada, non riusciamo a trattenere qualche lacrima. Spero di poterci tornare prestissimo.

    1. Ciao Rino,
      grazie per la tua bellissima testimonianza e condivido appieno le tue emozioni suscitate dagli USA e anche dalla bellissima canzone dei Journey.
      Mi farebbe molto piacere se condividessi delle foto con noi, sarei molto felice di pubblicarle sul sito. Se ti va puoi inviarle a carlo@tuttoamerica.it

  3. Questo festeggio la festa del Ringraziamento in California (San Diego)con mia figlia e mio genero,sono contento di poter assistere ha questo evento.

  4. Complimenti, sono un appassionato della cultura americana. Mia cognata ora è in vacanza in America e mi sta inviando un sacco di foto. Chissà se mai potrò avere anch’io questa opportunità…

  5. io Amo l’america; anche se non sono americana :(
    complimenti questo sito secondo me è davvero molto organizzato!
    quindi complimenti, penso proprio che ci entrerò spesso anche perche non ho trovato alrti siti così organizzati, nei minimi dettagli.
    Ciao Clara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.