domenica , 19 febbraio 2017
Home > Grandi Parchi Americani del Sud Ovest > Death Valley National Park
Death Valley, USA
Death Valley, USA

Death Valley National Park

E’ il parco più grande degli Stati Uniti. Situato in California tranne che per una piccola parte che si estende nello stato del Nevada. Un luogo dal fascino estremo, che ogni anno attira milioni di visitatori. Affrontare il percorso che attraversa il deserto della Death Valley è sicuramente un’esperienza impegnativa ma allo stesso tempo appagante. Le temperature nel periodo estivo possono raggiungere anche i 50° centigradi ed il tasso di umidità è bassissimo. I centri abitati nella Death Valley sono due: Stovepipe Wells e Furnace Creek.

Da vedere
Le Mesquite Flat Sand Dunes, sulla Route 190, dune di sabbia bianca dalle forme sinuose modellate dal vento.

– Il Borax Museum a Furnace Creek, all’interno si possono ammirare oggetti ed attrezzi di lavoro utilizzati dei cercatori d’oro. All’esterno si trova un interessante esposizione di carrozze d’epoca west.

Badwater, unica fonte d’acqua purtroppo non potabile (da qui il nome acqua maligna) nell’intera zona desertica. In tempi antichi era un lago immenso ora rimangono solo delle pozze d’acqua salmastra, tutto attorno uno strato di sale candido. Si trova ad 86 metri sotto il livello del mare, ed è il punto più basso degli Stati Uniti.

– L’ Artist Drive, un breve percorso dove il visitatore posa il proprio sguardo su un paesaggio dalle tonalità che comprendono tutte le sfumature del rosso, del nero e del verde lavico. La zona è stata soprannominata la “Paletta degli Artisti” per la varietà dei colori delle rocce presenti.

Zabriskie Point è un magnifico punto d’osservazione da dove è possibile ammirare un panorama veramente mozzafiato.

Indicazioni utili
– Periodo migliore per la visita: da ottobre a maggio.
Prima di affrontare il percorso è consigliabile fare un buon approvvigionamento d’acqua potabile, visto le temperature elevate si rischia una veloce disidratazione.
Durante la visita fate molta attenzione al livello dell’acqua del radiatore, nei tratti di percorso più isolati si trovano dei serbatoi d’acqua non potabile da poter utilizzare per il ripristino. La strada da percorrere è piuttosto lunga ed impegnativa, ricordatevi di controllare che il serbatoio della benzina sia pieno, nella Death Valley esistono solo due punti di rifornimento per il carburante. Non dimenticatevi cappelli, occhiali da sole e creme solari , eviterete così scoccianti bruciature. E’ bene sapere che in alcune zone del parco il segnale dei cellulari è assente.

All’interno del Death Valley National sono presenti 4 hotel, ma per il numero limitato di camere è consigliabile prenotare in anticipo. Un alternativa è il pernottamento presso i 9 Campground sparsi nel parco, anche in questo caso è meglio prenotare.

Per ulteriori approfondimenti: http://www.nps.gov/deva/index.htm (sezione dedicata al Death Valley National Park).

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *