Viaggio Indiani d'America

Vacanza alternativa? Un tour nelle riserve indiane

 
21 Condivisioni

Quando si parla di Stati Uniti in termini di viaggi e vacanze vengono in mente solo le grandi città, New York, San Francisco, Los Angeles, Miami, ecc. Eppure avendone il tempo, poiché in un giorno non si riesce, in tanti scelgono una meta alternativa, in cui ripiegare almeno qualche giorno. Sto parlando dell’Ovest degli Stati Uniti e di una delle sue maggiori attrazioni: le bellissime riserve indiane.

L’Arizona, con le sue 23 riserve, è il vero simbolo del West Americano, non più selvaggio come un tempo ma, certamente, affascinante. Qui i turisti potranno entrare in contatto con alcune delle più importanti tribù indiane e conoscere e apprezzare una cultura lontana anni luce dalla nostra, restandone, probabilmente, affascinati.

L’ideale sarebbe partecipare a un tour ben organizzato, ma se siete degli avventurieri e desiderate fare tutto da soli, ricordate che entrare all’interno di una riserva indiana significa varcare le porte di un mondo che non ci appartiene, gelosamente custodito dai suoi abitanti che non amano chi non rispetta le loro regole. Quindi, informatevi su divieti e abitudini che vigono nelle riserve e cercate di rispettarli.

Spesso le fotografie e le riprese sono vietate, in caso contrario sono per lo più a pagamento. È vietato pescare e cacciare se non si è in possesso di permessi speciali, così come campeggiare o sostare a lungo sul ciglio della strada, quindi, per tutti questi motivi, sarebbe opportuno affidarsi a una guida esperta, possibilmente nativa del posto, che riuscirà a farvi apprezzare al meglio ogni tipo di itinerario scelto.

Volendo, potrete anche soggiornare all’interno della grandi tende indiane, oramai destinate per lo più agli “stranieri” e scoprire le specialità culinarie di queste tribù. È consigliatissimo visitare alcuni dei più importanti musei degli Indiani d’America e partecipare, qualora foste così fortunati, ai cosiddetti pow wows, cioè raduni indiani che vi metteranno in contatto con la cultura locale.

Se volete portare qualche souvenir a parenti o amici, assicuratevi di avere il portafoglio ben gonfio. ll motivo? Gli indiani amano essere profumatamente ripagati della loro ospitalità, ma per la bellezza ed esclusività degli oggetti artigianali, non rimpiangerete la spesa, comunque accessibile alle tasche di tutti i turisti.

Le principali riserve da visitare sono quelle degli Hopi e dei Navajo, dove sorgono alcuni dei più bei canyon e la famosissima Monument Valley, vera e propria icona degli Stati Uniti occidentali. Se desiderate una vacanza che sia un mix di natura, cultura, danze, passato e “magia”, il tour nelle riserve indiane è la scelta più azzeccata.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (8 voti, media: 3,75 su 5)
Loading...
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.