Corn chowder: la zuppa del contadino

Anche conosciuta in italiano come zuppa di mais, il corn chowder è un piatto di origini contadine per gli ingredienti previsti al suo interno: il mais e le patate, prodotti tipicamente utilizzati dai nativi americani e adatti anche ai contesti più poveri.

La ricetta, molto simile ad una vellutata, probabilmente è stata una rivisitazione di una zuppa realizzata dai coloni francesi in Canada, infatti il termine “chaudrèe”, da cui deriverebbe quello inglese, rimanda ad un cibo cotto nel tipico pentolone di rame.

Le caratteristiche del piatto

L’ingrediente principale ovviamente è il mais, ma sono state proposte delle varianti, di cui alcune prevedono l’aggiunta del formaggio filante per renderla ancora più cremosa, o anche dei crostini di pane per darle maggiore croccantezza; a proposito di questo, un ingrediente immancabile è sicuramente la pancetta affumicata, che darà quel tocco in più alla vostra ricetta!

Può essere gustata sia calda che fredda, quindi è adatta in diverse stagioni, inoltre è un piatto molto facile da preparare e una valida alternativa alle solite zuppe a cui siamo abituati.

La ricetta

Per assaggiare questa deliziosa zuppa per 4 persone vi occorrono:

• 1 kg di mais precotto
• 500 g di patate
• 1 cipolla
• 1 spicchio di aglio
• 500 ml di latte
• 1.2 l di brodo vegetale
• 30 g di amido di mais
• 50 g di burro
• 1 pizzico di pepe
• 1 cucchiaino di paprika
• sale q.b.
• 250 g di pancetta

Preparazione:

  1. Si inizia mettendo sul fuoco una pentola con il burro all’interno per farlo sciogliere.
  2. Una volta fuso il burro, bisogna aggiungere l’aglio e la cipolla finemente tagliati per poi far cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti. Aggiungiamo, poi, l’amido di mais, la paprika, il pepe e facciamo tostare per un minuto.
  3. Nel frattempo si lavano le patate, pelandole e tagliandole a dadini, unendole poi alla pentola ed aggiungendo il brodo bollente. Lasciamo cuocere il tutto per circa 15 minuti.
  4. Le pannocchie vanno tagliate dall’alto verso il basso in modo da prelevare tutti i chicchi di mais per la nostra zuppa. Una volta recuperati i chicchi, si aggiungono alla pentola facendo cuocere per altri dieci minuti e lasciando riposare il composto, il quale viene regolato di sale a fine cottura.
  5. Quando il contenuto della pentola avrà raggiunto una temperatura più bassa bisogna frullare almeno ⅓ del composto aiutandoci con un frullatore ad immersione, per poi aggiungere il latte, così da renderlo più cremoso.
    Al termine potete aggiungere la pancetta e, se volete, decorare con un pò di erba cipollina a vostro piacere.

Speriamo di avervi fatto conoscere una ricetta nuova, diversa dai soliti piatti americani, ma ugualmente gustosa!

X