Mississippi mud pie

Conosciuta anche come torta di fango del Mississippi, la mud pie o mud cake, a seconda della variante scelta, è un dessert a base di cioccolato, classico del Sud degli Stati Uniti nonostante sia ormai diventato internazionale.

Probabilmente la prima cosa che colpisce l’occhio, ma soprattutto il palato, sono i diversi strati gustosi che si fondono l’uno con l’altro: la crosta è fatta di biscotti al cioccolato, uno strato cotto senza farina simile ad un sufflè, un cuore morbido come un budino, e infine lo strato finale di chiusura, solitamente arricchito con la panna.

La differenza tipicamente americana tra pie e cake sta nel fatto che nel primo caso la torta prevede un involucro di biscotti o pasta frolla, che racchiude al suo interno un cuore più cremoso; invece, quando si parla di cake si fa riferimento ad un dolce più spugnoso e morbido.

Nonostante ciò, sono state elaborate nel tempo molte varianti di questo dolce, per questo c’è un pò di confusione sulla differenza tra l’una e l’altra versione. Addirittura per alcuni la variante denominata pie è quella che prevede la sostituzione del cioccolato fondente con quello bianco, la cui crema va a riempire la frolla al cacao preparata come base.

Un’alternativa molto golosa vede anche l’aggiunta di uno strato di marshmallows sciolti sulla torta al posto della panna.

Le origini

Anche sulle origini non ci sono informazioni certe: probabilmente è nata intorno agli anni ‘60/’70, anche se molti credono che sia stata preparata per la prima volta dalle casalinghe durante la Seconda Guerra Mondiale, in quanto necessitavano di ingredienti economici e facili da reperire; secondo altre idee, invece, la prima a ufficializzare questo dolce è stata la cameriera Jenny Meyer negli anni ‘20 a Vicksburg-Natchez nel Mississippi. Probabilmente è stata sua l’idea di associare la torta all’immagine delle rive fangose del fiume da cui prende il nome, data la copertura densa e scura del cioccolato.

Ecco una delle ricette più conosciute.

La ricetta

Per la crosta di biscotti al cioccolato:

  • Spray da cucina antiaderente o carta da forno;
  • 400 g di biscotti al cioccolato, come gli Oreo (circa 34 biscotti);
  • 5 cucchiai di burro non salato, sciolto.

Per lo strato al cioccolato senza farina:

  • 1/2 panetto di burro non salato;
  • 170 g di cioccolato fondente (dal 60 al 70 percento di cacao), tritato (1-1/4 tazze);
  • 1/4 tazza di caffè forte, temperatura ambiente;
  • 2 cucchiai più 1 cucchiaino di caffè espresso istantaneo in polvere;
  • 1 cucchiaio di puro estratto di vaniglia;
  • 1/4 cucchiaino di sale;
  • 6 uova grandi a temperatura ambiente;
  • 190 g tazza di zucchero.

Per il budino al cioccolato:

  • 150 g di zucchero;
  • 60 g  di cacao amaro in polvere;
  • 40 g di amido di mais;
  • 1/4 cucchiaino di sale;
  • 4 tuorli d’uovo grandi;
  • 600 ml di latte intero;
  • 3 cucchiai di burro non salato;
  • 2 cucchiaini di puro estratto di vaniglia;
  • 90 g di cioccolato fondente (dal 60 al 70% di cacao), tritato finemente.

Per il topping di panna montata:

  • 300 g di panna liquida fresca;
  • 2 cucchiai di zucchero
  • cacao in polvere q.b.

Preparazione:

Crosta di biscotti al cioccolato:

Preriscalda il forno a 300 gradi. Spruzzare leggermente il fondo e i lati di una tortiera a cerniera da 24 cm con uno spray da cucina o ricoprirlo con la carta da forno.

Frullate i biscotti fino a che non sono finemente macinati. Amalgamare nel burro sciolto e trasferite la miscela nello stampo, compattando uniformemente il composto con il dorso di un cucchiaio sul fondo e anche in minima parte sui lati. Mettetelo in frigo per 10 minuti, poi cuocere fino a quando sono asciutti al tatto, da 10 a 12 minuti. Llasciate raffreddare completamente.

Torta al cioccolato senza farina:

Aumentate la temperatura del forno a 350 gradi. Sciogliete il burro e il cioccolato a bagnomaria, mescolare fino a quando il composto non sarà liscio e tenetelo da parte. In una piccola ciotola, unisci caffè, caffè espresso in polvere, vaniglia e sale.

Con delle fruste montate i tuorli e metà dello zucchero a velocità medio-alta fino a ottenere un volume denso e quasi raddoppiato, da 3 a 4 minuti. Aggiungete la miscela di cioccolato fino a quando non sarà ben amalgamata, poi anche il composto di caffè e mescolate nuovamente, fino a rendere il tutto uniforme.

In un’altra ciotola montate gli albumi a velocità media fino a renderli spumosi, circa 1 minuto. Aumentate la velocità al massimo e aggiungere gradualmente lo zucchero rimanente. Incorporate delicatamente i due composti aiutandovi con una spatola di gomma. Versate il tutto sulla crosta precedentemente raffreddata.

Cuocere da 40 a 42 minuti a 170 gradi (potrebbe non sembrare completamente cotta, inizialmente il dolce si gonfia al centro per poi sgonfiarsi una volta raffreddato); lasciate raffreddare completamente. Avvolgere lo stampo freddo con una pellicola e conservare in frigorifero almeno 3 ore o per tutta la notte.

Budino di cioccolato:

Mescolate insieme zucchero, cacao, amido di mais e sale in una ciotola media. Aggiungete i tuorli e mescolate, poi il latte, senza smettere di amalgamare il composto. Portare a ebollizione il tutto a fuoco medio, mescolando costantemente per evitare che si bruci. Far bollire per 30 secondi, quindi togliete dal fuoco e mescolate il tutto aggiungendo burro, vaniglia e cioccolato, fino a quando non è completamente liscio e uniforme. Trasferite in una ciotola e copritela con una pellicola trasparente, pressando direttamente sulla superficie per evitare la formazione di crosticine. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Versate poi il budino sulla torta, distribuendo sui bordi della crosta di biscotti con una spatola, e coprire con pellicola trasparente e conservare in frigorifero fino a quando non sarà freddo, almeno 3 ore.

Topping di panna montata:

Montate la panna a velocità medio-alta per circa 1 minuto, rendendola alta. Aggiungete gradualmente lo zucchero; ricoprite l’ultimo strato di budino con la panna e spolverizzare il tutto con del cacao a piacere. Servire immediatamente, o conservare in frigorifero, coperto con pellicola trasparente, fino a 2 giorni.

Insomma, con più o meno strati, ciò che è certo è che questo dolce non vi deluderà!

X