Memorial Day 2013 negli USA

 

L’ultimo weekend di maggio riempie le strade statunitensi di coreografiche sfilate e bande in festa, in celebrazione del Memorial Day (quest’anno cade il giorno 27).

Lentamente e inesorabilmente – ahimè – il significato di questa festa nazionale si va perdendo: vissuto come un weekend di relax, araldo dell’estate, la commemorazione di uomini e donne militarmente caduti in servizio per la patria scivola in secondo piano.

Eppure, si deve proprio alla devozione popolare verso i caduti della Guerra Civile, la proclamazione del Decoration Day (come era chiamato il Memorial Day, fino alla II guerra mondiale), da parte del Generale Logan il 5 maggio 1868.

Celebrazione diffusasi alla svelta in tutti gli Stati del Nord, riscontrò, invece, difficoltà al Sud; solo dopo la I guerra mondiale, quando la commemorazione fu estesa anche ai caduti di tale conflitto e non solo a quelli della Guerra Civile, la parte meridionale del Paese abbracciò integralmente la festa.

Dal 1971, la celebrazione è fissata all’ultimo lunedì di maggio (anziché il 30 maggio) ed è allargata al weekend antecedente. Complice un tripudio di feste e di belle giornate, scampagnate ed egoismo hanno avuto la meglio sul significato della festività e così, nel 2000, per scuotere le coscienze, è stato introdotto il National moment of Remembrance, un invito alla popolazione a riflettere sulla valore giornata, almeno un momento, verso le 15.00 del 30 maggio.

Se sarete negli USA in quei giorni, vedrete la bandiera nazionale a mezzasta fino a sera e, probabilmente, anche quella in ricordo dei dispersi (POW/MIA) esposta dai balconi.
Molti visiteranno memoriali e cimiteri onorando le tombe dei caduti, magari omaggiandole con una bandiera o un fiore.

Pubblicamente, non mancheranno parate disseminate un po’ in tutto il Paese.

Washington DC presenta un calendario davvero ricco di eventi: letture, documentari e performance live in onore dei veterani animeranno il concerto per il National Day sabato 25 maggio (West Lawn of the U.S. Capitol (First St. NW), ore 20.00)

Lunedì 27 maggio i principali monumenti dedicati ai caduti saranno protagonisti di deposizioni di corone e discorsi altisonanti: ore 9.00 cerimonia al World War II Memorial e al modernissimo United States Air Force Memorial al Navy Memorial alle ore 10 e alle 13 al Vietnam Veterans Memorial.

Momenti toccanti verso le 11.00 all’Arlington National Cemetery quando la deposizione della corona di fiori al milite ignoto e i discorsi delle autorità attireranno l’attenzione su un cimitero puntellato di 250.000 bandiere americane, deposte dai soldati del 3rd U.S. Infantry Regiment, coadiuvati da numerose divisioni militari di mare, cielo e terra.

Alle 14.00, dall’incrocio fra Constitution Avenue e 7th Streets, partenza della parata.

Parate e commemorazioni, ovviamente, non solo a Washington DC, ma un po’ in tutto il Paese.

Grandi celebrazioni, naturalmente, anche a New York. In qualsiasi Borough della Grande Mela vi troviate sarete spettatori di una parata, ma una delle più importanti è certamente quella che si tiene nel Queens – Little Neck–Douglaston parade – alle 14.00 di lunedì 27.

Dalle 12, sempre del 27, è prevista quella che parte da Broadway e Dickman e arriva fino a Manhattan. Non mancate di segnarvi l’indirizzo dell’Intrepid Sea, Air & Museum (Pier 86 at 12th Avenue and 46th Street), ricco di eventi commemorativi che culminano nella cerimonia di lunedì 27 alle 11. Infine, un giro a Waterloo NY è d’obbligo: città natale del Memorial Day presenta un fitto programma di avvenimenti, con la consueta parata sabato 25 alle 11 nella Main Street.

A Denver il 25 maggio alle ore 11.30, parata con partenza da Downtown Center, a cui segue l’omaggio ai veterani presso il monumento loro dedicato. Una delle parate più antiche è quella tenuta a Sharpsburg (Maryland), partenza ore 13.30 di sabato 25 dalle scuole elementari. Al National Cemetery in the Presidio di San Francisco, commemorazione dalle 10.30 del 27 maggio; nel fitto calendario di Phoenix, il momento di ricordo e riflessione al Pioneer & Military Memorial Park è fissato lunedì 27 maggio, ore 15.00. Mentre a Houston, l’appuntamento è al Bear Creek Pioneers Park – Harris County War Memorial alle 9.00, sempre del 27 maggio.

Se invece volete il meglio, andate a Chicago, sabato 25 (ore 12).

Rinomata e storica, la sfilata viene tenuta sin dal 1870 e richiama davvero un vasto numero di ammiratori. Se arrivate in anticipo, fate un salto a Daley Plaza verso le 11.00 per la cerimonia di deposizione dei fiori alla Eternal Flame.

Memorial Day non è solo parate: si possono ricordare le vittime di guerra anche in maniera diversa, ma non meno devozionale.

Dallas organizza una lunga marcia – Carry the Load – di ben 20 ore che si tiene fra domenica 26 e lunedì 27, con la finalità di raccogliere fondi per varie associazioni e commemorare utilmente i caduti. Insomma, l’ideale per chi non riesce a star fermo un minuto e voglia unire l’utile al dilettevole!

Infine, se volete vivere questa giornata in maniera suggestiva, la cerimonia Lantern Floating è quello che fa per voi. Annualmente tenuta ad Ala Moana Beach, Honolulu nelle Hawai, dalle 18.00 alle 19.30 del 27 maggio, oltre 3.000 candele saranno adagiate sul calmo specchio dell’oceano. Un modo per riflettere, commemorare e ringraziare i caduti per il loro sacrificio alla patria. Ma non solo: un messaggio di speranza per il futuro e un momento di condivisione del dolore e di sostegno reciproco rendono questo evento davvero commovente.

Come al solito, gli USA non mancano di presentare programmi adatti a tutti i gusti, anche per occasioni serie e importanti, come il Memorial Day. Personalmente, ho l’imbarazzo della scelta, e voi?

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *