castro san francisco

Castro, San Francisco

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 14 dicembre 2017

 

The Castro, a San Francisco, confina con Mission District, che dagli anni ’70 è il cuore della comunità gay e GLBT della città, probabilmente il quartiere gay più conosciuto al mondo e con la più alta concentrazione di omosessuali d’America. In principio, Castro fu il quartiere di immigrazione prima scandinava e poi irlandese, ma è con i movimenti hippies che la città di San Francisco si anima di giovani omosessuali attirati dalle libertà di costumi e modi di pensare.

Costruito in una zona rurale della città, oggi Castro è uno dei quartieri più trendy e alla moda, con tanto da fare e da vedere, sia durante il giorno ma soprattutto durante la notte, quando lo si può esplorare, e godere dei suoi divertimenti, in tutta sicurezza.

Storia

Verso la fine dell’Ottocento, la zona oggi conosciuta come Castro era piena di fattorie e strade sterrate, lontana dalla modernità di altri quartieri di San Francisco.

Intorno al 1887 le popolazioni immigrate in America dall’Europa del nord, in particolar modo irlandesi, tedeschi e scandinavi, iniziarono a spostarsi verso questa zona, in cerca di terra a basso costo dove stabilirsi. Eureka Valley (il vecchio nome di Castro), venne collegato alla città, e a Market Street in particolare, dalla Cable Railway.

Ancora oggi i residenti di Castro si prendono amorevolmente cura delle case in sitle vittoriano lasciate loro in eredità.
Il quartiere non subì alcun cambiamento sostanziale fino agli anni ’60 e ’70, quando la classe lavoratrice di San Francisco iniziò ad abbandonare il centro per la periferia; ma la vera svolta la si ebbe con l’arrivo dei primi esponenti della comunità gay. Comunità che divenne ancora più coesa dopo gli scontri con la polizia degli anni ’70, che portarono all’uccisione del Supervisore Harvey Milk e dopo la comparsa dell’AIDS.
Oggi Castro è costituito da una comunità attiva e vivace, ed è meta di turisti che provengono da tutto il mondo.

Cosa vedere

Castro è un quartiere tutto da esplorare, dal Castro Theater allo storico Twin Peaks Bar, fondato da una coppia omosessuale negli anni ’70 e considerato un po’ come la sua porta d’ingresso.

Castro Theatre

Cosruito nel 1922 dai fratelli Nasser, il Castro Theatre è uno dei pochi palazzi del cinema costruiti negli anni ’20 ancora in attività. Gli arredamenti denotano influenze orientali, spagnole e italiane.
Su ogni lato dello schermo dove vengono proiettati i film ci sono le canne dell’imponente organo, tutt’ora in funzione. In qualsiasi momento si decida di visitarlo, il Castro Theater offre spettacoli davvero interessanti.

Dolores Park

Nato con il nome di Mission Park, Dolores Park è uno dei parchi più amati di San Francisco. Situato sulla 18ma strada, all’incrocio tra Dolores e Church Street, con i suoi 14 acri di estensione, può contare su sei campi da tennis, un campo da basket, due campi da calcio e una club house.
La parte a nord est del parco è denominata Hipster Hill, mentre quella a sud ovest, che gode di una vista magnifica, è chiamata Gay Beach.
Dolores Park è il luogo ideale per passare un po’ di tempo in totale relax.

Most Holy Redeemer Parish

Fondata nel 1900, la Most Holy Redeemer Parish, è una chiesa cattolica che si autodescrive come una “all inclusive Catholic community”, che accoglie persone con diversi tipi di background, genere razza o status sociale, che vogliono avvicinarsi a Dio con cuore sincero.

GLBT History Museum

Il primo nel suo genere in tutti gli Stati Uniti, il GLBT History Museum è un progetto della GLBT Historical Society, che alterna interessanti mostre sul tema GLBT ed ha la più grande collezione al mondo di materiale sulla storia della cultura gay e lesbica.

Eventi

Il vitale quartiere di Castro è animato da eventi interessanti durante tutto il corso dell’anno. Tra i più importanti ricordiamo:

Castro Street Fair

Fondata da Harvey Milk, la Castro Street Fair si tiene ogni anno alla fine di ottobre. Durante i giorni della fiera vengono allestiti diversi palchi, dove si può assistere a bellissimi spettacoli musicali, ci sono banchetti con oggetti di artigianato, drag shows, e si può mangiare e bere a volontà.

San Francisco Pride Month

Giugno è il mese dell’orgoglio gay per la città di San Francisco; durante l’ultima domenica del mese si tiene una parata per celebrare la comunità gay, che di solito è aperta dal SF Women’s Motorcycle Contingent.

Frameline SF International Lesbian & Gay Film Festival

Un evento di dieci giorni dedicato alla cinematografia legata al mondo gay e lesbo, con proiezioni, party e dibattiti.

Dove mangiare

Sliders. Situato in Sutter Street, questo Diner è il posto ideale dove gustare hamburger davvero saporiti.

Catch. Situato in Market Street, è il ristorante giusto per chi vuole gustare dell’ottimo pesce a prezzi modici.

Chow. Situato non lontano dal Castro Theatre, questo ristorante offre ai clienti una cucina internazionale con un mix di piatti della cultura asiatica e americana.

Come arrivare

Il modo migliore per raggiungere il quartiere di Castro è attraverso i mezzi di trasporto pubblico.
Castro è servito dai convogli della Muni, la metropolitana cittadina, i cui convogli transitano da Castro Station ed è raggiunta dalle linee K, L, M, T.

Si può raggiungere anche tramite la linea 33 del bus, che arriva dalla 18ma strada, sia da Haight che da Mission District.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

I più prenotati di San Diego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *